1° Maggio, la Rai ha censurato il bacio gay su Rai3?

Condividi

Alle 22:00 dovevamo abbracciarci e baciarci sul palco del concertone del 1 maggio, ma la Rai ha messo il veto con la scusa che non ci possono essere effusioni in “Fascia Protetta”
Paese catto-omofobico, ‪#‎vergogna‬
Ma nessuno ci fermerà!
‪#‎loStessoSi‬.
Parole e pensieri di Christian Mohamed Mottola che, insieme a Daniele Sorrentino e ad altre 5 coppie, sarebbe dovuto salire sul palco del concertone del 1 Maggio, in onda su Rai 3, per scambiarsi un bacio. Peccato che la Rai, come denunciato dal Presidente Arcigay Flavio Romani, abbia bloccato il tutto.
Le coppie erano già nel retropalco e avevano già firmato le liberatorie di rito quando l’organizzazione ha comunicato loro che la Rai non intendeva mandare in onda quel contenuto essendo la trasmissione ancora in fascia protetta. Una censura insensata, che tratta l’omosessualità come una cosa oscena, impresentabile. Un atteggiamento inaccettabile, che nella tv pubblica, quella pagata anche con le tasse delle persone gay e lesbiche, rende invisibile un pezzo di Paese, proprio sul palco del Primo Maggio dove la parola `diritti´ dovrebbe avere un significato particolare». «Chiediamo ai vertici delle sigle sindacali che organizzano la manifestazione di prendere le distanze pubblicamente dall’atto discriminatorio della Rai‘.
Accuse pesanti e gravissime a cui l’azienda ha così replicato: ‘In merito a quanto afferma il presidente dell’Arcigay, Flavio Romani, su un presunto divieto da parte della Rai di far salire sul palco del Concerto del Primo Maggio alcune coppie omosessuali che si sarebbero dovute baciare durante l’esibizione del gruppo Lo Stato sociale, l’azienda precisa di non aver saputo nulla della questione e di non essere stata coinvolta in alcuna decisione in proposito da parte degli organizzatori dell’evento‘.
A chiudere il tutto Massimo Bonelli, uno degli organizzatori del Concertone, come riportato dal Corriere della Sera:
Nessuna censura. Semplicemente la parte relativa all’uscita sul palco delle sei coppie gay non era stata provata prima e quindi gli autori non se la sono sentita di mandarla in onda‘.
Eccallà.
Bisognava provare un BACIO.
Siamo alle comiche.
O forse no, siamo semplicemente in Italia.

Autore

Articoli correlati