ISIS, altro presunto gay lapidato a morte

Condividi

Ancora uno.
Prosegue l’escalation di terrore omofobo da parte dell’ISIS, con un altro ragazzo ‘sospettato’ di essere gay lapidato a morte.
L’esecuzione è avvenuta nella provincia di Homs, in Siria occidentale, con le immagini della lapidazione pubblicate on line. L’ISIS ha ordinato la morte di tutti i gay sospetti, da gettare vivi dall’ultimo piano dei palazzi. Un orrore senza fine che prosegue, incessante. L’uomo, ad oggi senza nome, è stato portato in un campo. Bendato e legato, con le mani dietro la schiena. Alle sue spalle una decina di uomini che l’hanno bombardato di sassi. Fino a farlo morire. Morto per volere  ‘di Dio’, dicono questi folli assassini.

Autore

Articoli correlati