Atac, congedo matrimoniale per il dipendente gay

Condividi

Quando si parla di ATAC, municipalizzata capitolina dei trasporti, solitamente si usano insulti di vario tipo, causa scandali vari e conclamata inefficienza.
Ebbene quest’oggi tira tutt’altra aria, perché dopo il registro delle coppie gay voluto dalla giunta Marino, proprio l’ATAC ha concesso 15 giorni di congedo matrimoniale ad un suo dipendente gay. Fabio Motti, da 10 anni fidanzato con Leonardo Pace, dal 2007 autista Atac e a maggio, in Campidoglio, pronto a ‘celebrare’ l’unione civile.
Questa è l’ennesima dimostrazione del fatto che la società è più avanti della nostra classe politica. Atac, soprattutto in passato, è sempre stata un’azienda molto maschile, a tratti anche maschilista. Ma questo dimostra che i tempi sono cambiati, in tutti i sensi. Tutti i dipendenti vengono messi sullo stesso piano, anche dal punto di vista dei diritti delle coppie omosessuali’. Parole di Fabio rilasciate a RepubblicaRoma, per un dipendente ATAC da due giorni raggiante per la notizia appresa, che in un Paese normale non avrebbe neanche dovuto far parlare di se’. Ma l’Italia, si sa, è tutto fuorché un Paese normale.

Autore

Articoli correlati