Slovacchia, fallito il referendum contro i matrimoni gay appoggiato da Papa Francesco

Condividi

Era stato voluto dal Governo per RAFFORZARE il divieto ai matrimoni e alle adozioni gay.
E’ costato SEI MILIONI DI EURO. Era stato appoggiato apertamente da Papa Francesco.
Eppure il referendum slovacco tenuto ieri ha FALITO.
Troppo bassa l’affluenza alle urne.
21% appena, rispetto al necessario 50%+1 per renderlo valido.
Secondo quanto riferito da Reuters, per sconfiggere il pericolo della ‘sorpresa’ dalle urne, molti non sono andati proprio a votare per farlo fallire.
Peccato che il 90% dei votanti abbia  votato SI’ ai omofobi 3 quesiti:
1) il matrimonio può essere solo tra uomo e donna.
2) le coppie gay NON devono poter adottare.
3) gli studenti possono evitare le lezioni su sesso ed eutanasia.
Se il Referendum fosse passato il Paese avrebbe una volta per tutte messo una pietra tombale sui diritti dei gay.
Rischio scongiurato, anche se la Slovacchia, come molti altri Paesi ex comunisti (Croazia, Ungheria e Polonia) rimane ancora oggi fortemente omofoba.

Autore

Articoli correlati