x

#UnioniCivili a Roma – ufficialmente approvato il registro

Condividi

33 favorevoli (5 Stelle compresi), 10 contrari, 1 astenuto.

Approvato.
18 ore dopo il caos creato in Campidoglio dai fascisti e dall’opposizione NCD, l’Assemblea Capitolina ha dato vita al Registro delle Unioni Civili di Roma Capitale. Un registro grazie al quale qualsiasi bando emesso da Roma Capitale (come quelli concernenti gli alloggi di edilizia popolare e gli asili nido comunali) diventerà accessibile alle coppie di qualsiasi orientamento sessuale a parità di condizioni. Non una trovata solo e solanto ‘simbolica’, in conclusione, ma un primo passo verso quella strada dei diritti che il Governo Centrale non ha ancora voluto intraprendere. E’ stato approvato anche un emendamento che consentirà di inserire automaticamente i matrimoni gay contratti all’estero nel registro delle unioni civili.

Ora é il turno delle coppie di Roma, che vadano a registrarsi, zittendo rapidamente i tanti che definiscono ‘inutile’ un provvedimento simile. La Giunta Marino (Imma Battaglia in testa, a cui per una volta vanno i miei ringraziamenti), come promesso in campagna elettorale, ha così messo a segno un primo e importante punto, in attesa che le inevitabile polemiche arrivino a travolgere il Sindaco (‘Finalmente anche Roma si è dotata di un registro delle unioni civili. Si tratta di un risultato atteso da tempo, che pone la nostra città sempre più in prima linea sul fronte dei diritti degli individui e del riconoscimento dei legami affettivi, stabili e duraturi. Oggi la Capitale d’Italia dà il segnale che, in questa città, l’amore è uguale per tutti“), tra minacce e denunce. Roba vecchia per il nuovo che finalmente avanza, inondando il cielo di Roma di cuori grondanti orgoglio. Sempre e solo vincenti nei confronti di chi sa solo e soltanto seminare e diffondere odio.


Autore

Articoli correlati