Anderson Silva parla della sua presunta omosessualità: ci sono molti atleti che non hanno ancora fatto coming out

Condividi

Lottatore di arti marziali miste brasiliano nonché campione dei pesi medi dal 14 ottobre 2006 al 6 luglio 2013, con dieci difese consecutive del titolo ed un record nell’organizzazione di 16 vittorie consecutive, Anderson Silva, oggi 39enne, ha voluto affrontare le voci che lo vorrebbero omosessuale, in quanto fissato con l’igiene e l’ordine.
Guarda, non che io sappia. Ma sono ancora giovane, potrebbe essere che in futuro scoprirò di essere gay’. ‘Mi prendo cura delle mie cose, ho messo tutto tutto in una borsa,  uso il sapone, metto una crema dopo l’allenamento. La gente pensa che sia capriccioso. A ciascuno il suo, ma questo non vuol dire che sia più o meno gay. Ci sono un sacco di omosessuali nelle arti marziali miste. Ci sono un sacco di loro che non hanno ancora fatto coming out. Oggi è così stupido non esprimere i propri sentimenti. Finché si rispetta la libertà altrui, rispettare i limiti altrui. Devi vivere la tua vita in pace e nessuno ha niente a che fare con questo. ‘Vorrei allenarmi con un uomo gay. Finché mi rispetta è tutto a posto. Il fatto che il ragazzo sia gay non significa che ci debba provare. Può essere gay, avere una relazione, vivere in mezzo a ragazzi che non sono gay. Lui può fare quello che vuole con la sua vita privata‘.
E qui ci scatta l’applauso.
Nel mondo dei combattimenti UFC esistono molte lesbiche dichiarate, ma NEANCHE UN gay.
E qualcosa ovviamente non torna.

Autore

Articoli correlati