Egitto omofobo: arrestati 33 gay in sauna con l’accusa di perversione e diffusione di AIDS

Condividi

Anche questo avviene in un Paese come l’Egitto.
La polizia del Cairo ha infatti arrestato ieri sera 33 uomini in una sauna gay. Nudi e ammanettati, i 33 sono stati obbligati a sfilare davanti a curiosi, fotografi e telecamere.
Il Generale Ali al-Demerdash, capo della direzione della sicurezza del Cairo, ha detto che i 33 sono stati arrestati in una sauna della città con l’accusa di ‘dissolutezza’.
Agghiacciante il resoconto di un giornalista iracheno, che lavora per il canale al-Qahira: ‘le immagini ci rivelano il più grande covo di pervertiti del Cairo. Nel bagno ci sono spazi di perversione. La polizia ha arrestato uomini colti in flagrante durante un festino a base di sesso di gruppo. Hanno anche arrestato il proprietario del posto e tutti i dipendenti. Sono stati portati tutti via senza vestiti. Le immagini in esclusiva verranno mostrate mercoledì. Potrete vedere tutta la storia sulle tane in cui viene diffuso l’AIDS in Egitto‘.
Allucinante.
I 33 sono stati formalmente accusati di atti perversi, promozione dell’AIDS’ e sesso di gruppo.
Nel mese di settembre, sette uomini egiziani erano stati arrestati con l’accusa di dissolutezza dopo essere comparsi in un banalissimo video che mostrava due uomini sposarsi su un battello sul Nilo.

Autore

Articoli correlati