Omofobia al Giulio Cesare di Roma – sotto attacco Sei come Sei di Melania Mazzucco

Condividi

Sul treno per Roma c’è una ragazzina. Sola e in fuga, dopo un violento litigio con i compagni di classe. Fiera e orgogliosa, Eva legge tanti libri e ha il dono di saper raccontare storie: ha appena undici anni, ma già conosce il dolore e l’abbandono. Giose è stato una meteora della musica punk-rock degli anni Ottanta, poi si è innamorato di Christian, giovane professore di latino: Eva è la loro figlia. Padre esuberante e affettuoso, ha rinunciato a cantare per starle accanto, ma la morte improvvisa di Christian ha mandato in frantumi la loro famiglia. Giose non è stato ritenuto un tutore adeguato, e si è rintanato in un casale sugli Appennini. Eva è stata affidata allo zio e si è trasferita a Milano. Non si vedono da tempo. Non hanno mai smesso di cercarsi. Con Giose, Eva risalirà l’Italia in un viaggio nel quale scoprirà molto su se stessa, sui suoi due padri, sui sentimenti che uniscono le persone al di là dei ruoli e delle leggi, e sulla storia meravigliosa cui deve la vita“.
Questa la ‘trama ufficiale’ di Sei come Sei, romanzo di Melania Mazzucco pubblicato nel 2013 da Einaudi e da ieri al centro di una folle storia tutta romana.
Perché al Liceo Giulio Cesare Sei come Sei è stato dato da leggere a due classi di quinta (15enni), per Natale, all’interno di un progetto che prevedeva la lettura di 21 testi su varie tematiche, omosessualità e famiglie arcobaleno comprese.
Ebbene dopo 3 mesi di silenzio e serenità, le prof. in quesione sono state denunciate dalle associazioni Giuristi per la Vita e Pro Vita Onlus, che definiscono il romanzo della Mazzucco ‘pornografico e a forte impronta omosessualista‘.
Fa ride, lo so.
Maschi selvatici non checche isteriche“, hanno tuonato alcuni idioti di Lotta Studentesca appostati fuori dal liceo, con Famiglia Cristiana e MOIGE clamorosamente in linea con le folli accuse di questi folgorati, ovviamente scesi in campo con striscioni volgari e diffamanti senza neanche lontanamente aver letto UNA pagina di un semplice e ben fatto romanzo d’avventura, in cui si narra con grazia, commozione e tenerezza l’amore tra un padre e una figlia, diversi da tutti e a tutti uguali, in cui ciascuno di noi potrà riconoscersi.
Teste di cazzo comprese.

Autore

Articoli correlati