x

Sochi 2014 – l’ex pattinatore olimpionico Brian Boitano fa coming out

Condividi

50enne pattinatore artistico su ghiaccio statunitense, medaglia d’oro alla XV Giochi olimpici invernali del 1988 a Calgary in qualità di dilettante, due volte campione del mondo, quattro volte campione nazionale statunitense e sei volte campione del mondo nella categoria professionisti, Brian Boitano è gay.
Scelto come rappresentante degli Stati Uniti d’America nella ricca delegazione pronta a partire per Sochi, Brian ha finalmente deciso di fare coming out.
Sono molte cose: un figlio, un fratello, uno zio, un amico, un atleta, un cuoco, un autore, ed essere gay è solo una parte di tutto ciò che sono. Prima di tutto sono un atleta americano e sono orgoglioso di vivere in un Paese che incoraggia le diversità, l’apertura e la tolleranza. Come atleta spero che si possa rimanere concentrati sullo spirito olimpico che celebra lo sport per tutti i popoli del Pianeta. Sono orgoglioso di avere un ruolo pubblico nel rappresentare la delegazione olimpica americana come ex atleta olimpico, ma ho sempre difeso la mia vita privata, per la mia famiglia e i miei amici. E continuerò a farlo“.
Ma intanto, zitto zitto, ha scelto di fare coming out proprio ora, facendo automaticamente partire un altro ceffone al volto di Vladimir Putin.
L’America avrà quindi 3 rappresentanti gay alle Olimpiadi di Sochi, dopo la tennista Billie Jean King e l’hockeista Caitlin Cahow, entrambe lesbiche dichiarate.
Avanti il prossimo.

Autore

Articoli correlati