Anche la Sardegna diventa meta gay

Condividi

Per ora si parla di una sola settimana in Costa Paradiso, a tema glbtq e a quanto pare ricca di ‘eventi ed appuntamenti’, ma chi ben comincia si può dire a metà dell’opera.
Per anni, da adolescente che ha passato 25 estati a San Teodoro, ho ‘cercato’ vita gay in Costa Smeralda.
Senza mai trovarla (San Teodoro è tipo il Paradiso degli etero. Piselli e patate per tutti), tanto da rimpiangere l’esplosività rainbow di Cagliari, fino all’arrivo di questa novità riguardante la parte nord ovest dell’isola.
Che finalmente anche la mia amata Sardegna abbia capito la ‘forza’ del turismo gay?
Se così fosse, meglio tardi che mai.

Autore

Articoli correlati