Behind the Candelabra: Michael Douglas e Matt Damon gay su Entertaintment Weekly

Condividi

Inizialmente doveva uscire al cinema, per poi finire solo e soltanto in tv. Anche se cast e regia farebbero pensare a tutt’altro. Parlo di Behind the Candelabra, film diretto da Steven Soderbergh e rifiutato da Hollywood ufficialmente perché TROPPO GAY.
Biopic sull’artista e pianista Liberace, interpretato da Michael Douglas e scomparso nel 1987 per Aids, il film troneggia sull’ultima cover di Entertaintment Weekly, con Matt Damon nei panni di Scott Thorson, amante di un tempo di Liberace, omosessuale anche se mai dichiarato (anzi, nel 1957 denunciò il Daily Mirror per aver insinuato che fosse gay).
Nessuno voleva farlo. Siamo andati da chiunque [ad Hollywood]. Avevamo bisogno di 5 milioni di dollari, ma nessuno voleva darceli: tutti ci dissero che era troppo gay. E questo dopo I segreti di Brokeback Mountain, comunque. Che non è proprio divertente come questo film. Ero scioccato. Non aveva senso per nessuno di noi. Ciò che pensavano gli studios era “Non sappiamo come venderlo”. Erano spaventati“.
Questa la confessione choc del regista, per una pellicola che punta con forza al Festival di Cannes, per poi prenotare almeno un paio di Golden Globe ed Emmy per la prossima stagione. Perché un Douglas così, è evidente, non puoi non premiarlo.
Il 26 maggio sulla HBO.
Devo vederlo.

Autore

Articoli correlati