Raffaella Fico lascia Mario Balotelli: e lui la sostituisce con la delicatissima Fanny Robert Neguesha

Condividi

 

Mario per me è un irresponsabile. A un certo punto non si è più interessato di niente, né di me, né di nostra figlia. Fino a prova contraria lui con me si doveva sposare. Questo era il nostro progetto, la nostra volontà. All’improvviso è crollato tutto e non so perché”. “A Mario ho mandato messaggi dalle 15, quando sono iniziate le prime contrazioni, fino alle 18,30, quando sono entrata in sala parto. Sono uscita e gli ho rimandato i messaggi, subito dopo che Pia era nata”. “Solo a mezzanotte e mezza suona il mio telefono. “Mario?”. “Eh?”, mi dice. “Io ho partorito”. “Ah, ok. A me non interessa”. E ha riappeso. È stata l’ultima volta che l’ho sentito”. “Non ha neppure la curiosità di sapere come è fatta sua figlia. Anche se lui non me lo chiederà più, sarò io a fare la prova del Dna. L’esito lo renderò pubblico per dimostrare al mondo che Pia è la figlia di Mario Balotelli”. “Dal signor Balotelli non ho avuto nessun aiuto economico. Lui vale più della Gioconda di Leonardo da Vinci, ma per sua figlia non ha sborsato un centesimo. Non ho mai ricevuto una telefonata per chiedermi se avessimo bisogno di qualcosa. Farò a meno di lui e dei suoi soldi”. “La porta per sua figlia resta aperta. La porta del mio cuore è chiusa per sempre”.


Parole e pensieri di Raffaella Fico, via CHI con Presepe in vista, tradita mentre partoriva Pia dall’amato Super Mario con la 22enne Fanny Robert Neguesha (qui sotto), belga così ‘delicata’ nei modi e nel vestire dall’aver trasformato la Raffaella nazionale in Rosy Bindi, per castità e principi morali. Perché a lui, ‘Balo unico neurone rotante‘, piacciono acqua e sapone. Detto ciò, ‘farò a meno dei suoi soldi‘? A Fico, cornuta sì. Ma non ce sta a pijà per culo. Ennamo.

P.S. w la FAMIGLIA TRADIZIONALE, composta da un uomo e una donna, con relativa figlia. Bella famiglia. Gran bella famiglia. Loro sì, tra corna e copertine, e noi no. Non fa una piega.

Autore

Articoli correlati