x

Stephen Amell mostra subito il fisichetto in ARROW

Condividi

Allarme SERIE TV.
La stagione americana è partita con il freno a mano tirato, anche se teoricamente condita da TANTE novità.
Il pompatissimo Revolution per il momento si fa vedere, ma NON è che stia esaltando troppo. La carne c’è, l’idea di fondo è intrigante, ma ancora manca la ‘surprise’ che stupisca a tal punto da tenerti incollato alla tv. Peggio me sento con 666 Park Avenue, in crescita con la seconda puntata ma complessivamente DA REGAZZINI.
La sit-com Ben and Kate puzza di già visto, e soprattutto ruota attorno ad un cast che a me personalmente fa cagare, mentre la CW si è sparata in settimana due colpi particolarmente attesi.
ARROW e BEAUTY AND THE BEAST.
Se il primo ha fatto il boom di ascolti (4 milioni di telespettatori per la CW sono un miracolo), il secondo si è fermato sotto i 3.
Ma è la qualità, in entrambi i casi (quasi) INESISTENTE, a preoccupare.
La Bella e la Bestia rivisitata in chiave moderna è ORRIBILE, con tanto di gnocco che è TUTTO tranne che ‘bestia’, mentre nella serie fumettara dall’arciere bonazzo, è per l’appunto SOLO il bonazzo a farsi vedere, tanto da denudarsi quasi immediatamente. Della serie ‘a voi i miei addominali’, perché per il resto c’è poco da stare allegri (la qualità dei cinefumetti è diventata talmente alta da non poter riproporre una roba simile in tv, non siamo nel 2001 di Smalville).
Ma a salvare la baracca, vivaiddio, stanno per tornare LORO, ovvero vecchie conoscenze come Walking Dead e American Horror Story. La prima in onda QUESTA sera negli States, la seconda mercoledì 17. E con i primi 5 minuti da vedere tutti insieme appassionatamente! Tra un addominale di Amell e l’altro.

Autore

Articoli correlati