Britney Spears denunciata per il profumo Radiance: chiesti 10 milioni di dollari

Condividi

Dopo aver fatto CAMIONATE di dollari nei panni della truzza profumiera, Britney Spears con l’ultima fragranza avrebbe pestato na bella merda!
Secondo RadarOnLine la Sora Spears è stata infatti DENUNCIATA per 10 milioni di dollari per violazione del contratto. Insieme al padre, la Spears è stata definita ‘subdola e meschina’ nei suoi movimenti CLANDESTINI nel cercare un accorso sottobanco con Elizabeth Arden ed estromettere la Brand Sense Partner, LLC dagli accordi di licenza. Accusata di ‘azioni di occultamento’, Britney rischia una bella batosta insieme a papà Jamie, che avrebbe agito per suo conto.
Brand Sense avrebbe infatti un diritto contrattuale di una commissione del 35% su ogni fragranza di Britney Spears venduta da Elizabeth Arden, ma papà Spears si è lamentato per la commissione troppo elevata, sottolineando come Britney non volesse pagare. Elizabeth Arden ha così inviato una lettera alla Brand Sense sottolineando come il profumo Radiance, ovvero l’ultimo in ordine di tempo che porta il marchio Spears, debba essere escluso dalle royalty. In soldoni niente più dindini nelle tasche della Brand Sense, ma dritti dritti in quelli della Sora Spears.

E ora? E ora so cazzi, perché IERI è stata depositata presso la Corte Superiore della Contea di Los Angeles una DENUNCIA per FRODE, violazione del contratto e INGANNO da 10 milioni di dollari. Radiance rischia così di passare alla storia. E non solo perché il più BRUTTO profumo della storia dei profumi, roba da fa vergognà pure i Mini Pony, ma anche per questa causa multimilionaria, che ci regala un’inedita Britney, subdola e meschina“.

Autore

Articoli correlati