Libero e la prima giornata che parla da sola

Condividi
Ieri pomeriggio Silvio Berlusconi si è lamentato del Quirinale.
Se non gli ‘piace’ una legge me la rimanda indietro.
E’ la DEMOCRAZIA, baby.
Qualcuno dovrebbe far capire a Silvio Berlusconi che la Costituzione obbliga il Capo dello Stato a fare da GARANTE, respingendo giustamente al mittente quelle leggi fatte di merda che violano articoli e diritti. Negli ultimi 10 anni i Governi Berlusconi ne hanno fatte a decine. Questo è il compito del Presidente della Repubblica. 
Silvio Berlusconi vorrebbe un Paese privo di Camera e Senato, che OSANO dibattere, privo di Parlamento e Capo dello Stato, che controlla e corregge le sue porcate.
Silvio Berlusconi vorrebbe un’Italia sotto dittatura, dove poter legiferare quel che cazzo gli pare, dove a decidere è LUI e solo lui. 
Il giorno in cui TUTTI gli italiani lo capiranno sarà probabilmente troppo tardi. Nell’attesa, straordinaria prima pagina di Libero, che proprio da OGGI regala i (falsi) diari di Benito Mussolini.
Quando si dice la tempistica…

Autore

Articoli correlati