Vendola sposa la Bindi in copertina su Libero: arriva la satira omofoba

Condividi
Nichi Vendola in abito da sposa.
Rosy Bindi è lo sposo.
Prima pagina di satira ‘velatamente’ omofoba in casa Libero, con il Governatore della Puglia definito ‘l’Orecchino’, dopo la proposta (di candidare Rosy Premier) fatta ieri su LaRepubblica. Detto che il sottoscritto sottoscrive PIENAMENTE l’idea Bindi, ma solo e soltanto dinanzi ad una coalizione di CENTROSINISTRA (Pd-Sel-Idv), è ormai palese come l’intero Pdl guardi con ESTREMA preoccupazione, per non dire TERRORE, Nichi Vendola. Sono settimane che Il Giornale e Libero portano avanti campagne di denigrazione allo stato puro. Una macchina del fango vecchia, vista e rivista ma sempre ben oliata. Sinistra e Libertà VOLA nei sondaggi. Ad oggi sfiorerebbe il 10% dei consensi, avvicinandosi paurosamente al top raggiunto dalla vecchia Rifondazione di Fausto Bertinotti. Ci sono voluti ANNI, ma la sinistra ha ritrovato un suo leader, e un suo partito. Tutto sta nel NON rovinare il giocattolo ora, con scellerate ed inutili Sante Alleanze che non farebbero altro se non ringalluzzire il Cavaliere, ormai ad un passo dal baratro. Andare al voto a braccetto con il Terzo Polo sarebbe un autentico SUICIDIO. Separati alle elezioni. Noi di qua, il Pdl dall’altra parte, il Terzo Polo al centro. Con Rosy Bindi Premier. 
Io ci sto.
E je famo un CULO così.
Per il resto, Libero è anche oggi carta igienica.

Autore

Articoli correlati