x

Ennesimi soldi buttati nel cesso dalla Brambilla: ecco lo spot per il turismo italiano RACCONTATO da Berlusconi, MAGIC ITALY

Condividi

Il Ministero del Turismo in mano alla rossa Brambilla andrebbe studiato a fondo, magari attraverso tesi universitarie.
Nato nel 2009, SENZA PORTAFOGLIO e con una previsione di spesa prefissata da TREMONTI di 642.960 euro, il Ministero in questione è riuscito a spenderne la bellezza di 15 milioni e mezzo in un anno, con un aumento di “appena” 14.892.052 euro.
Na caccola.
In soldoni mentre il Governo taglia a destra e a manca, obbligando le Regioni ad aumentare le tasse perchè sotto la lente della Crisi, i suoi Ministeri, e i suoi Ministri, si danno alla pazza gioia.
378.360 euro spesi per il solo trasporto in Italia e all’estero del ministro e dei responsabili del dicastero da maggio a dicembre (7 mesi), 3 milioni di euro per “iniziative di rilancio dell’immagine dell’Italia”, 2 milioni e 900mila susseguenti per la “struttura di missione per il rilancio dell’immagine dell’Italia”, 75mila euro per il funzionamento “della segreteria permanente del comitato mondiale per l’etica del turismo”, 72.652,93 euro per uffici e interpreti, 22mila euro per le “spese di rappresentanza”, 85mila per “esperti e incarichi speciali”, ma SOPRATTUTTO 8 milioni e 600mila euro per l’ennesima resurrezione dell’ormai LEGGENDARIO sito www.italia.it, portale del turismo costato anni fa la bellezza di 45 milioni di euro, praticamente buttati nel cesso.
Ma tra le tante iniziative sperperate dalla ROSSA e dal suo Ministero SENZA portafoglio, ecco oggi arrivare uno SPOTTINO TV di 30 secondi (che no oso pensare quanto sia potuto costare…) che dovrebbe RILANCIARE l’immagine del Turismo italiano.
A chi affidare la paterna, rassenerante e dolce VOCE FUORI CAMPO?
Ebbene sì, a Silvio Berlusconi, ovvero l’italiano più DERISO al mondo.
Pare una presa per il culo, ma è TUTTO VERO.
W l’Italia MAGGGGICA di Silvio Berlusconi, W l’Italia che MANGANELLA gli ABBANDONATI aquilani che GIUSTAMENTE cercano di andare a protestare sotto Montecitorio, beccandosi botte, insulti e cariche della polizia perchè BLOCCATI prima di poter arrivare sotto le finestre del DUCE, W l’Italia in cui il PRINCIPALE Telegiornale lancia la notizia del GIORNO alle 13:50, ovvero dopo 20 minuti, dedicandole UN MINUTO poco prima della pagina Mondiale, facendo quasi credere che gli aquilani protestassero CONTRO Bersani, W la Repubblica delle Banane, W noi.

P. S. non so a voi ma al sottoscritto i due video qui sotto hanno messo i BRIVIDI. Manifestare pacificamente è un DIRITTO sancito dalla COSTITUZIONE. Questa è DITTATURA.

Ragazzi oggi è successo a loro, domani potrà succedere a voi.

Non lo dimenticate.

P.P.S. In MIGLIAIA sotto Palazzo Chigi. Berlusconi sotto assedio.
Siamo alla RIVOLTA SOCIALE.

Prossimo Articolo

Siamo tutti aquilani

Autore

Articoli correlati