Per il Comune di Roma il bacio gay è ABUSIVO

Condividi

Per una volta che quelli del Comitato Roma Pride l’hanno finalmente fatta finita con il “manteniamo un profilo basso”.
Ore 11 del mattino, Via MARMORATA, a pochi passi da Piramide. Resto di sasso nel vedere i primi manifesti del Pride 2010.
Roma è GAY.
Tuona una scritta a lettere cubitali, con sotto un’immagine tanto semplice e BELLA quanto potente: uno splendido bacio gay tra due ragazzi.
Cazzo, penso io, quanto ci vorrà perchè qualche bigotto rompipalle alzi la voce? Poco, nemmeno un’ora.
Ore 12, stesso punto, stessi manifesti, deturpati da un cartello del comune che dichiara l’AFFISSIONE ABUSIVA.
Peccato che l’intera via sia TAPPEZZATA di manifesti (come potete vedere dalle foto scattate dal sottoscritto). Ma solo questi vengono dichiarati ABUSIVI. E dove viene piazzato il MARCHIO CENSOREO? Proprio sull’immagine del bacio gay. Ma la cosa DAVVERO incredibile, e che ti porta automaticamente a PENSAR MALE, è che pochi metri prima c’è un altro manifesto del Pride 2010, della CGIL.
E’ un manifesto molto più easy, meno ‘scioccante’ per l’etero coglione, bigotto e fascio, colorato e a fumetti, che parla a “gay, etero, trans e lesbiche”, per maggiore Libertà, Diritti e Laicità.
Questo, come TUTTI gli altri manifesti che tappezzano Via Merulana, per il Comune di Roma NON è ABUSIVO.
Quello con il bacio gay, che potete vedere solo e soltanto perchè il sottoscritto l’ha preso a picconate, invece sì.

Questa è ROMA oggi. La Roma che fa suo un altro triste primato, ovvero quello della capitale europea con il PIU’ ALTO numero di omicidi a sfondo omofobo. Alla faccia della città che NON E’ ASSOLUTAMENTE OMOFOBA, come diceva qualcuno 12 mesi fa e oggi tra gli organizzatori proprio del Pride, alemannocentrico EPPURE fottuto per colpa di un semplice bacio.
E come direbbe “voi sapete chi”…. Grazie Sindaco Alemanno.





Autore

Articoli correlati