x

Parlamento Europeo: "Mail bombing" ai parlamentari italiani per Francesco e Manuel

Condividi

Mandate il seguente testo a TUTTI gli indirizzi mail che troverete a fine post. INONDIAMOLI:

Onorevole Europarlamentare,

mi chiamo [nome del mittente], cittadino/a italiano/a, cittadino/a dell’Unione Europea e vorrei sottoporre alla Sua attenzione un caso molto importante e urgente, che riguarda due ragazzi italiani ormai al 16° giorno di sciopero della fame:

“Siamo Manuel e Francesco i due ragazzi gay di Savona che hanno cominciato il 4 gennaio 2010
davanti a Montecitorio Roma uno sciopero della fame che si sta prolungando a oltranza da 16 giorni,
nella quasi totale indifferenza delle istituzioni italiane e soffocato dalla censura giornalistica, sopratutto della carta stampata.

Abbiamo già scritto due volte al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, ma per il momento non abbiamo ancora avuto alcuna risposta.

Chiediamo in virtù dei trattati internazionali e del trattato di Lisbona che la Comunità Europea intervenga con forza nei confronti del governo italiano al fine di colmare questo vuoto legislativo che condanna le minoranze in Italia e che costringe i cittadini Europei a perdere alcuni dei loro diritti nel momento in cui oltrepassano il confine italiano.

Vi chiedo di intervenire con la massima urgenza le mie condizioni di salute peggiorano e non so quanto possa ancora resistere.

Potete vedere in diretta lo sciopero della fame dall’indirizzo www.glbt-tv.it 24\24 il mio telefono +39 3348914655 +39 3348914655.
Cordialmente Francesco Zanardi ”

Io come tante cittadine e tanti cittadini d’Italia, elettori, elettrici, lavoratrici, lavoratori, contribuenti, attendiamo fiduciosi una sua risposta ed un intervento concreto su questo tema così delicato, che vede l’Italia come spesso avviene in tema di diritti umani, fanalino di coda europeo e mondiale. Una situazione ampiamente documentata nel sito http://ilga.org.

Cordiali Saluti
[nome del mittente]
[telefono del mittente]
[email del mittente]
—————-
[email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected], [email protected]

Autore

Articoli correlati