x

Hilary, Obama, Zapatero, e noi?

Condividi

Mentre negli Usa si accende la sfida tra Hilary e Obama, con la prima che nella notte ha clamorosamente recuperato, e in Spagna Zapatero si appresta a trionfare, alla facciaccia della schifosa e vergognosa campagna elettorale portata avanti dai vescovi spagnoli, in Italia a un mese dal voto siamo ancora al CARO AMICO TI SCRIVO.
Per colpa dell’incoscienza del CENTRODESTRA la legge elettorale NON è stata cambiata, si è voluti ad andare ad elezioni anticipate nel giro di due mesi, con il risultato che la SCHIACCIANTE vittoria che Berlusca&Co erano sicuri di ottenere potrà al massimo essere una vittoria sul filo dei voti, con un Senato NUOVAMENTE nel caos.
A quel punto Governo di 2anni, riforme, nuova legge elettorale e DI NUOVO al voto tra 2 anni… ovvero un’autentica FOLLIA!
Per colpa di un BRANCO di opportunisti questo paese rischia di rimanere IMMOBILE per altri 2 anni, quando sarebbero bastati 2 mesi in più per dare una maggiore stabilità e soprattutto una GOVERNABILITA’ a chi avrebbe poi vinto le elezioni. Solo per questo il voto, A CHI SI E’ RESO RESPONSABILE di tale follia, non dovrebbe essere dato…
Ma questo è Silvio Berlusconi, lo stesso Berlusconi che è tornato a sparare numeri TUTTI SUOI, come i 300 milioni di debiti di Alitalia che NOI CONTRIBUENTI a suo dire dovremmo sorbirci per mantenere la compagnia in ITALIA, mandata avanti da chissà quali fantomatici imprenditori del nord, solo per salvare quella CAGATA di aereoporto che è Malpensa, fuori da ogni logica di comodità, odiato in primis da TUTTI i milanesi!
Peccato che i debiti di Alitalia superino il miliardo di euro, che l’offerta di Air France sia nettamente superiore a tutte le altre e che la compagnia, se dovesse saltare l’accordo con i francesi, fallirebbe nel giro di 2 mesi!
Ma a Berlusca non gliene frega una cippalippa… è pura propaganda per tenersi buoni i leghisti, che hanno addiruttura annunciato come il 90% delle tasse padane dovrà rimanere in Padania (ma vi rendete conto chi CAZZO rischiamo di mandare al Governo?!?) e il Formigoni Made in Comunione e Liberazione.
Da una parte quindi ci promette il CROLLO delle tasse SOTTO il 40% (neanche se lo vedo…) e dall’altra ci farà pagare una multa di 400.000 euro al GIORNO per colpa della SUA Legge Gasparri e della SUA Rete 4 e in più vorrebbe che SOPPORTASSIMO i debiti di Alitalia!
Non contento ha presentato un programma con 80 miliardi di euro di TAGLI, 30 dei quali COPERTI… e gli altro 50??? Ha nuovamente promesso INFRASTRUTTURE, dopo aver lasciato i cantieri senza MATTONI la scorsa legislatura, con l’INCUBO del ponte sullo stretto ANCORA in programma, e la FINE dell’EOLICO, fonte ecologica e sopratto GRATUITA, per far tornare il NUCLEARE, senza ovviamente interpellare gli elettori che con un REFERENDUM lo bocciarono anni orsono... Ma davvero vogliamo ridare in Paese in mano a quest’uomo?
Peccato che dall’altra parte sia esploso il CASO RADICALI, con il PASTICCIO fatto dal PD.
Pieno appoggio a Marco Pannella, che ha iniziato oggi il miliardesimo sciopero della fame della propria vita, che giustamente protesta contro l’atteggiamento avuto dal Pd nei loro confronti… gli avevano promesso 9 ELETTI in Parlamento, peccato che l’unica sicura, essendo capolista, sarà la Bonino in Piemonte… tutti gli altri dovranno sudare 8 camicie per farcela!
Obiettivamente è uno SFREGIO, che poteva e doveva essere evitato… a un mese dalle elezioni, con la GUERRA laici/cattolici ancora fresca, questa miccia si doveva tenere spenta.
In tutto ciò la Binetti se la troveranno gli amici lombardi… mi spiace per voi!
Walter hai fatto una CAZZATA, sappilo… dai ai radicali quello che gli hai PROMESSO, continua a correre, e guarda alla cattolicissima Spagna, dove c’è un uomo che contro tutto e tutti va avanti per la sua strada, liberalizzando un paese che nel giro di pochi anni ci ha recuperato, superato e nettamente staccato…

Autore

Articoli correlati