La "Scheccata" della settimana !

Condividi


Non potevo dedicare la “Scheccata della Settimana” alla polemica “da parrucchiera” che è esplosa tra Roma e Venezia per i 2 festival del cinema. La biennale è partita oggi, con la sua 63°edizione, con le solite immancabili faraoniche feste da Vips e una camionata di polemiche create addirittura dai curatori della mostra stessa! “A roma sono andati i nostri scarti”( se scarti si possono considerare il nuovo film della Comencini, l’attesissimo “N” di virzì, la prima mondiale del film della Kidman e quello di Scorsese...), queste le infelici parole uscite dalle stanze del potere veneziano, nei confronti di una FESTA POPOLARE, questo è il Festival di Roma, che ancora non ha nemmeno fatto partire la sua 1° eizione!
Ma quali sono i veri motivi di tanto rancore da parte dei lagunari? Perchè accigliarsi tanto, proclamando chissà quale superiorità? Non dovrebbe esser addirittura felice di avere una concorrente in più, ponendo finalmente fine ad un monopolio che da troppo tempo andava avanti? Non dovrebbe essere da stimolo a fare meglio, a non sedersi sugli allori, per migliorare e crescere? A quanto pare NO, Venezia ha solo PAURA, si sta letteralmente CAGANDO SOTTO, ed i motivi sono tanti e tutti autorvolissimi! Roma senza un euro da parte dello stato è riuscita a raccimolare 12milioni di euro dagli sponsor, dicendo addirittura BASTA a decine di altri sponsor pronti ad investire per la nuova FESTA, Venezia si è fermata a malapena a 9 milioni, buona parte arrivati dallo stato.
Venezia avrebbe bisogno di un restauro importante, sono anni che si dice, ma non ci sono i soldi, e a quanto pare nemmeno le strutture.. Non esiste un “Palazzo del Cinema”, portare le STAR in gondola e motoscafi costa un occhio della testa alle Majors, per non parlare delle cene da 300 euro a testa e camere d’albergo a peso d’oro. La gente a Venezia non ci va più, non esiste più un “Pubblico”, alle proiezioni ci si va solo con l’invito o il pass, la FAVOLA di Cannes dove si può addirittura dormire in spiaggia con il sacco a pelo è lontana anni luce. Roma di suo invece sta nascendo sotto tutti altri auspici. Una giuria POPOLARE (aimè non sono riuscito ad entrarci!) proiezioni sparse in TUTTA la città, restauro importante per le vie più cinematografiche, via Veneto tra tutte, navette personalizzate pronte a portarti direttamene in sala, prezzi accessibili, star di livello internazionale, Kidman madrina e Connery Star d’onore, ed un sindaco AMANTE del cinema, che da ormai un anno sta curando ogni più piccolo particolare, AMICO di tutti, a cui è davvero difficile dire NO.
Il sottoscritto sono anni che auspicava un TRASLOCO del Festival Del Cinema Italiano da Venezia…troppo inadeguata, costosa, scomoda, troppo preoccupata alle feste e al glamour rispetto al CINEMA, troppo INACCESSIBILE per le persone NORMALI, per i semplici appassionati di Cinema. Ovviamente Roma non gli ha RUBATO lo scettro, ma è innegabile che questo sarà l’anno zero per Venezia, Roma ha un’occasione unica, può dare definitivamente la spallata mortale al festival lagunare, Weltroni ce la sta metteno tutta e il sottoscritto si schiera apertamente in suo sostegno! La sfida è cominciata!!

Articolo Precedente

Autore

Articoli correlati