EuroVision 2013: è boom con Gravity dell’Ucraina

Tralasciando il video alla Avatar che incontra la grafica di Barbie Raperonzolo, habemus vincitore da Eurovision.
Ancor prima di partire.
Perché se il 2012 è stato l’anno di Euphoria, il 2013 non potrà che essere quello dell’ucraina Gravity, pezzone cantato da tal Zlata Ognevich.
Signori miei.
E’ una cazzo di bomba.
Ma dove andiamo con Marco Mengoni.
Dove.

Autore

Articoli correlati