Chris Noth, 1a intervista dopo le accuse di molestie. “Storie ridicole, la mia colpa è aver tradito mia moglie”

Condividi

A quasi 2 anni dalla pioggia di accuse di molestie sessuali, Chris Noth sostiene ora che la sua unica trasgressione sia stata quella di tradire sua moglie.
Nel corso della prima intervista rilasciata dopo quelle denunce ad Usa Today, l’ex volto di Sex and the City, oggi 68enne, ha rispedito al mittente tutte le accuse.
“Mi sono allontanato da mia moglie, è stato devastante per lei. Ma il tradimento non è  un crimine.”
Due donne si sono scagliate contro l’attore nel dicembre 2021, una settimana dopo la premiere di “And Just Like That”, sequel di “Sex and the City” in cui il suo personaggio, il marito di Carrie Bradshaw John ” Mr. Big” Preston, muore per un attacco di cuore. Successivamente altre tre donne si sono fatte avanti, accusandolo di molestie. Sarah Jessica Parker, Kristin Davis e Cynthia Nixon hanno rilasciato una dichiarazione esplicitando il proprio sostegno alle donne che l’hanno denunciato.
Da allora Noth ha perso un contratto da 12 milioni di dollari per il suo marchio di tequila, è stato licenziato dal dramma della CBS “The Equalizer”, è stato cancellato dalla pubblicità di Peloton, è stato tagliato dal finale di stagione di “And Just Like That” ed è stato di fatto affondato dall’industria.
Oggi come oggi è il volto di Samuelsohn, un’azienda di abiti su misura che ha deciso di lanciare una campagna di sensibilizzazione sulla salute mentale degli uomini. Questa intervista nasce proprio dal suo ruolo all’interno della campagna, per la quale viene pagato in vestiti, e non in contanti. Più di 6 milioni di uomini negli Stati Uniti soffrono di depressione, secondo Mental Health America.
Noth sostiene che tutti gli incontri sessuali in cui è stato coinvolto sarebbero sempre stati consensuali, sottolineando come la cosa peggiore che abbia mai fatto sia stata quella commettere adulterio.
“Ti dai le stesse scuse di molti altri uomini; è solo una scappatella ed è divertente”. “Non stai facendo del male a nessuno. Nessuno lo saprà, sai, e il sesso è semplicemente piacevole. E all’improvviso, molte persone vogliono fare sesso con te”.
Le accuse di molestie, a suo dire, sono tutte una balla per far soldi.
“Non c’è niente che io possa dire per far cambiare idea a qualcuno quando sei in quel tipo di maremoto”. “Suona sempre sulla difensiva. Non c’è un tribunale. Non c’è un processo. Non posso andare a testimoniare e a raccontare la mia storia, avere dei testimoni. Ci sono accuse assurde che sono completamente ridicole, che non hanno assolutamente alcun fondamento nei fatti. E non mi piace parlarne perché appena lo faccio, arriverà il Daily Mail o qualcosa di simile che ne prenderà una parte per stravolgerla, e io non voglio che i miei figli lo vedono”.

Autore

Articoli correlati

Impostazioni privacy