La New York University crea un corso su Lana Del Rey: “Ha cambiato e reinventato la musica mainstream”

Condividi

Dopo Taylor Swift, anche Lana Del Rey avrà un suo corso universitario.
Il Clive Davis Institute della New York University (NYU) ha infatti creato un corso ad hoc su Lana Del Rey, tenuto dalla giornalista e scrittrice Kathy Iandoli.
All’inteno del corso verranno esaminati i contributi alla musica pop del 21° secolo da parte della cantante, gli artisti che l’hanno influenzata e chi lei è riuscita ad influenzare, senza dimenticare il suo legame con i movimenti sociali come “Black Lives Matter”, “Me Too” e “Times Up”.

Con otto album acclamati dalla critica, l’artista sei volte nominata ai Grammy ha introdotto una versione triste, malinconica e barocca del dream pop che, a sua volta, ha contribuito a cambiare e reinventare il suono (e l’atmosfera) della musica mainstream oltre gli anni 2010. Attraverso le sue immagini accattivanti e la sua attenzione tematica alla salute mentale e ai racconti su amori tossici e danneggiati, Del Rey ha fornito una nuova piattaforma per artisti di tutti i generi per creare opere di sostanza “anti-pop” che potrebbero vivere in un mainstream”, si legge nella descrizione del corso.

Iandoli ha detto a Variety che vede Lana non solo come un modello, ma anche come un “racconto cautelativo”, “una pop star complicata” che ha un impatto specifico sui suoi stessi fan.

“Ha cambiato i parametri del pop barocco e ora più specificamente del “sad girl pop” attraverso la sua musica, ampliando un argomento a volte controverso e stimolante. Ci sono così tanti pezzi in questo mosaico che ora conosciamo come Lana Del Rey, e questo corso ne esamina ogni dimensione”. “Studiare Lana Del Rey significa pensare in modo più critico alla crescente popolarità del cosiddetto anti-pop. Significa trovare modi per considerare il crescente interesse per la salute mentale e le questioni relative ai danni psicologici e valutare i cambiamenti nel modo in cui pensiamo all’identità, specialmente in termini di etnia, genere, nazione e classe. Lana è particolarmente rilevante e controversa quando si tratta di cambiare le idee sul femminismo intersezionale negli ultimi dieci anni”, ha detto alla rivista il musicista Jason King, presidente del Clive Davis Institute.

Autore

Articoli correlati