Addio a Monica Vitti, pezzo di storia del cinema italiano

Condividi

90 anni compiuti lo scorso 3 novembre 2021, Monica Vitti ci ha lasciati.
Da tempo malata, era da anni lontana anni dalle luci della ribalta. Cinque David di Donatello vinti come migliore attrice protagonista (più altri quattro riconoscimenti speciali), tre Nastri d’argento, dodici Globi d’oro (di cui due alla carriera), un Ciak d’oro alla carriera, un Leone d’oro alla carriera a Venezia, un Orso d’argento alla Berlinale e una candidatura al premio BAFTA.
Una carriera cinematografica sterminata, conclusa di fatto nel 1990 con Scandalo segreto, da lei interpretato e diretto. Nel 1992 il suo ultimo film per la tv, “Ma tu mi vuoi bene?”.
Un’attrice eccezionale, riconoscibile grazie a quella voce roca e alla verve innata, simbolo femminile del cinema italiano nel mondo e antidiva per eccellenza, in grado di passare dalla commeda ai film d’autore, da Alberto Sordi a Michelangelo Antonioni. Un altro pezzo di storia cinematografica nazionale che se ne va.

Autore

Articoli correlati