x

Nessuno parla più di HIV e AIDS? Arriva il podcast che rompe il silenzio

Condividi

Si chiama “HIV AI TEMPI DEL SILENZIO” ed è un Podcast in 3 puntate voluto dalle Associazioni NADIR, NPS e PLUS e da MSD Italia, con la supervisione scientifica della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali – SIMIT.
Ricordi, esperienze ma soprattutto emozioni, direttamente dai protagonisti.
Voci guidate da una voce, quella straordinaria di Pino Insegno, che racconta e accompagna.
Le puntate si possono ascoltare o scaricare sul sito www.hivaitempidelsilenzio.it.

«Sono 30 anni che combattiamo il virus, sempre con la stessa determinazione. E gli importanti successi raggiunti grazie alle terapie innovative ci danno la forza e l’entusiasmo di guardare al futuro con ottimismo. Vogliamo sconfiggere il virus, sogniamo una generazione libera dall’HIV e sappiamo che, perché questo diventi possibile, è importante non abbassare la guardia sulla prevenzione, insistere sull’importanza dei test e sull’inizio più precoce possibile della terapia. Ma soprattutto, per sconfiggere l’HIV bisogna parlarne, bisogna conoscerlo. Ecco perché, con grande orgoglio, sosteniamo un progetto innovativo come il Podcast “HIV AI TEMPI DEL SILENZIO”, perché è con le parole, quelle giuste, che si cancella l’indifferenza, si infrangono i pregiudizi, si aiuta a combattere la malattia», dice Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia.

HIV AI TEMPI DEL SILENZIO” è un racconto lungo 30 anni ma non è la storia del virus. Racconta le emozioni di ieri e quelle di oggi, racconta come era vivere da sieropositivo quando la diagnosi era una condanna a morte e come sia possibile adesso, grazie alle terapie, amare, invecchiare, vivere. Le voci sono quelle di un medico, Massimo Galli dell’Università di Milano e quelle dei protagonisti delle Associazioni NADIR, NPS e PLUS. Un viaggio per raccontare ai ragazzi di oggi, le emozioni di ieri. Per spiegare come la conoscenza sia l’unica arma per evitare il contagio, per curarsi al meglio, per combattere lo stigma. Perché se c’è una cosa in questi 30 anni che non è mai passata di moda è il pregiudizio.

È facile parlare di HIV alla vigilia del 1 dicembre quando i riflettori sono accesi e ci si ricorda che anche in Italia ci si contagia ancora. Ma questo Podcast vuole ‘alzare la voce’ tutto l’anno. Senza cifre, senza dati, senza numeri. Non è un documentario, non è una ‘lezione’. È un racconto. E sono proprio i protagonisti a spiegare perché sia un viaggio così importante.

A questo indirizzo si possono ascoltare e scaricare le 3 puntate del Podcast.

Autore

Articoli correlati