Bolle/Turci/Rossi, il gossip estivo italiano non è mai stato tanto LGBT (ed è un bene)

Condividi

Un’estate di gossip tricolore in salsa LGBT.
Per un anno, incredibile ma vero, non sono Belen, Stefano De Martino, Emma Marrone, la De Lellis o chissà quale tronista a dominare le cover dei settimanali di gossip, che mai come in estate, sotto l’ombrellone, vanno via come il pane.
In poche settimane abbiamo infatti visto tre paparazzate fino a poco tempo fa inimmaginabili.
La presunta coppia Gabriele Rossi / Rocco Casalino su Chi.
La presunta coppia Francesca Pascale / Paola Turci su Oggi.
La presunta coppia Roberto Bolle / Daniel Lee oggi di nuovo su Chi, pizzicati in barca a farsi le coccole e a darsi teneri baci.
Il mondo LGBT vip italico, che ufficialmente è minuscolo vista la quantità ridicola di coming out pubblici, ha improvvisamente invaso le edicole, abbattendo così muri in passato volutamente rimasti in piedi. Perché non è che prima queste paparazzate non esistessero. Non è che prima questi personaggi certe cose le facessero solo in casa loro. Molto più semplicemente, certe immagini rimanevano in qualche cassetto di qualche scrivania, perché non pubblicabili.
Ora, invece, vengono stampate, normalizzando ciò che è effettivamente già ampiamente “normale”.
La conquista del gossip da spiaggia nei confronti di presunte celebrità LGBT nostrane è per l’appunto una conquista, che va al dà della poco piacevole pratica dell’outing. Intanto perché non è diffamante definire chiunque gay, lesbica o bisex. Ma soprattutto perché se certi personaggi pubblici, consapevoli di essere inseguiti dai fotografi in quanto personaggi pubblici, non si fanno problemi a baciare il proprio compagno/a in pubblico, è chiaramente crollato un timore che fino a poco tempo fa si credeva insormontabile. Al di là del coming out e dell’outing, questo è semplicemente amore alla luce del sole. Finalmente, aggiungerei. Avanti i prossimi, che siete tutti bellissimi.

 

 

Autore

Articoli correlati