x

Debora Russo dieci anni dopo “na bira e un calippo”: “che disagio nel rivedermi”

Condividi

10 anni fa, era luglio del 2010, l’Italia intera rimaneva ipnotizzata dall’intervista del secolo, firmata SkyTg24 in una spiaggia romana.
Da Ostia Debora Russo e Romina Olivi entrarono nella Storia della Repubblica grazie ad un’intervista di un minuto appena, tra ‘doccetta’, ‘bira’, ‘calippo’ e ‘colla’.
10 anni dopo Debora Russo è stata intervistata da TiburnoTv. Mamma di Jennifer, una bimba di otto anni, Debora lavora come onicotecnica e ha confessato di provare ‘disagio‘ nel rivedersi.

“Beh diciamo che era nato un po’ tutto per scherzo. Ero in spiaggia e ho visto Nicola Veschi con la telecamera allora ho detto “namo là e se famo fa’ un’intervista”. Romina l’ho conosciuta quel giorno. Eravamo nella stessa comitiva ma io ero partita con un’altra ragazza che era una mia amica. Quando ho visto il giornalista e le ho chiesto di andare a farci intervistare lei si vergognava, quindi Romina si è proposta di venire con me. Ma era per fare le cretine. E così è stato, ci è riuscito bene. Da lì siamo diventate amiche. Per fortuna, anche perché altrimenti non avremmo mai fatto tutte quelle cose insieme. Sono maturata tanto. È rimasta quella parte un po’ più scema di me che però vedono solo gli amici più stretti. Che con gli altri tendo a nascondere. Quella parte un po’ bambina che abbiamo tutti. Dall’altra parte però sono consapevole di essere una persona adulta, soprattutto in ambito lavorativo. E poi sono mamma, devo stare dietro alla bambina, alla scuola”.

10 anni dopo Debora è riuscita a riprendere finalmente in mano un calippo (“avevo il trauma”), per un’esperienza che è stata comunque felice: “Tra alti e bassi, perché c’è la gente più pesante ma anche la gente tranquilla che si fa una risata. Come in tutte le cose ci sono pro e contro, però io l’ho sempre vissuta bene”.

Autore

Articoli correlati