x

Tiziano Ferro chiede chiarezza al Governo sui concerti: “non sappiamo nulla, ci dia risposte” – video

Condividi

“Non sappiamo nulla, i concerti sono formalmente in piedi perché i provvedimenti del governo arrivano fino al 3 maggio. Io ho bisogno di chiedere che si faccia chiarezza, che il governo ci dia delle risposte e anche si esponga, prenda una posizione per noi. In queste settimane il mondo della musica ha fatto vedere di cosa è capace, abbiamo raccolto quasi 8 milioni con ‘musica che unisce’. Anche noi adesso ci meritiamo un minimo di attenzione e di riconoscimento, come tutti gli ambienti lavorativi. Abbiamo sempre fatto tanto e lo faremo ancora per le situazioni di crisi, non solo a livello di intrattenimento ma anche economico. Abbiamo donato personalmente e abbiamo raccolto, si viene da noi musicisti per una richiesta d’aiuto e noi lo facciamo sempre volentieri, ma in questo momento abbiamo bisogno di una risposta”. “Non per me, per il sogno che ho coltivato per un anno per il tour, ma per chi ancora oggi continua a comprare biglietti, ad oggi sono stati acquistati quasi 500.000 biglietti per i miei concerti, penso alle persone che lavorano sul palco e dietro al palco. Quest’estate abbiamo diritto di sapere se possiamo fare concerti o no, perché noi siamo bloccati, questo per tutelare il pubblico e i lavoratori più fragili, per capire come ripartire. Abbiamo bisogno di risposte, siamo al 3 maggio e ad oggi tecnicamente non possiamo fare nulla essendo il tour a giugno-luglio. Io parlo per me, per l’unica categoria che conosco. E’ giusto che questo si faccia per tutto. Tutti i fan ci stanno chiedendo cosa faremo, a me, a Vasco, a Cremonini. Non sappiamo, stiamo aspettando una risposta, non è una polemica”.

Così Tiziano Ferro, dalla sua casa di Los Angeles, se n’è uscito all’improvviso nel corso di Che Tempo che Fa, chiedendo al Governo risposte che ai più parrebbero scontate.
Pensare di poter tornare a fare concerti senza vaccino, è a dir poco fantascienza.
Se riparte poi il campionato di calcio, per giugno e luglio gli stadi saranno immancabilmente impegnati.
Non sappiamo quel che accadrà a maggio, caro Tiziano Ferro, come puoi pensare che qualsiasi governo al mondo possa sapere cosa accadrà in estate? Oggi, 12 aprile?
In Francia si stanno ancora illudendo di poter fare Cannes 2020, ufficialmente solo ‘rinviato’. Neanche le popstar internazionali, penso a Lady Gaga, hanno ancora ufficializzato nulla sui non pochi tour estivi. Ma è ovvio che sarà impossibile ritrovarsi in luoghi in migliaia, accalcati, come fino a 3 mesi fa. Tutto sarà diverso, purtroppo.
E poi l’orrore di voler sottolineare la beneficenza fatta. Tiziano mio, detto da uno che ha il biglietto per tornare a vederti all’Olimpico, tempi e modi sbagliati.

Autore

Articoli correlati