Jussie Smollett, secondo la polizia avrebbe pianificato l’attacco omofobo pagando gli aggressori

Condividi

E’ un vero e proprio caso mediatico, quello che sta coinvolgendo Jussie Smollett.
Il divo di Empire è finito in ospedale, due settimane fa, a causa di un’aggressione razzista e omofoba, avvenuta in piena notte.
Costole incrinate, volto tumefatto.
Eppure qualcosa non torna, secondo la polizia di Chicago.
Arrestati e immediatamente rilasciati due fratelli nigeriani, secondo gli agenti Smollett avrebbe pianificato l’aggressione, pagando i due fratelli.
Il Grand Jury si occuperà del caso in questi giorni, con Jussie indignato per le accuse che gli si sono rivoltate contro.
Nell’abitazione dei due fratelli sono state trovate anche le riviste utilizzate per realizzare lettere minatorie inviate al divo la settimana prima dell’aggressione.
Perché qualcuno dovrebbe pagare per farsi mandare all’ospedale, dovendo tornare sul set due giorni dopo, non è chiaro.

Autore

Articoli correlati