Capodanno allo Stonewall per Madonna, il video dell’emozionante discorso pro diritti LGBT

Condividi

Eletta ambasciatrice del 50esimo anniversario dei Moti di Stonewall, Madonna ha sbalordito i presenti del Greenwich Village di New York quando il 31 sera si è presentata sul palco con il figlio adottivo David Banda.
Due brani live per Madge, criticata per essersi apparentemente rifatta il didietro (a meno che non sia una mutanda imbottita) ma acclamata dopo aver tenuto un breve discorso pro diritti LGBT, letto da cartoncini color arcobaleno.

“Sono orgogliosamente qui, nel luogo in cui ha preso vita il Pride, nel leggendario Stonewall Inn, per festeggiare l’arrivo di un nuovo anno. Ci uniamo questa sera per celebrare i 50 anni dei Moti”.
Madonna ha poi sottolineato gli sforzi della comunità contro “l’odio, la discriminazione e soprattutto l’indifferenza. Non dimentichiamo mai gli Stonewall Riots e tutti coloro che si sono alzati e hanno detto “Basta”. Mezzo secolo dopo, Stonewall è diventato un momento decisivo e un punto critico nella Storia.
“Non potete immaginare quanto sia felice di essere tornata a casa a New York, dove i miei sogni sono nati e forgiati dal fuoco e riportati in vita, dove sono orgogliosa di dire che il mio viaggio come artista è iniziato, e dove il mio impegno per l’uguaglianza ha messo radici”. “Se ci prendessimo veramente il tempo di conoscerci, scopriremmo che tutti noi sanguiniamo lo stesso colore e che tutti noi abbiamo bisogno di amare ed essere amati”. “Ricordiamo chi e cosa stiamo combattendo – noi stessi, l’uno per l’altro, ma veramente e soprattutto, per che cosa stiamo combattendo?”. “Prendiamoci un minuto per riflettere su come possiamo portare più amore e pace nel 2019. Forse possiamo trovare uno spiraglio per far entrare la luce. Siete pronti a farlo?”.

A quel punto Madonna ha cantato Like a Prayer, in versione acustica, per poi omaggiare Elvis con il brano “Can not Help Falling in Love”, pubblicato nel 1961.

Autore

Articoli correlati