Caserta, ancora una casa negata a coppia gay

Condividi

”Devo raccontare una cosa che mi è appena successo… sto cercando casa a Sant’Arpino ho trovato un annuncio di un appartamento ho chiamato… le ho chiesto se la casa era ancora disponibile… il signore mi ha detto “si la casa è disponibile”… è stato gentilissimo mi ha detto “quando la vuoi venire a vedere da vicino non ci sono problemi mi ha spiegato tutto”… ma quando gli detto che siamo 2 ragazzi cioè MASCHI subito l’ho sentito strano… lo sapete come se ne uscito? “Lì ci sono i bambini al piano di sotto non so gli altri inquilini come la possono prendere, non è proprio cosa”. In realtà il problema era lui e non gli inquilini. Detto ciò questa è una m**** sul serio. Siamo quasi al 2019 e sentire ancora parlare così mi fa solo rabbia”.

Italia, a 20 giorni dal 2019.
Antonio, forza e coraggio.
Successe anche al sottoscritto nel lontano 2010, a Milano, con una proprietaria di casa che si rifiutò di affittarci casa, a me e al mio fidanzato di un tempo. Poi, dopo pochi giorni, ne trovammo un’altra decisamente più bella, con proprietari straordinariamente carini. Non sono tutti così stronzi e omofobi, fortunatamente, in questo complicato Paese.

Autore

Articoli correlati