NY Pride 2018, nel corteo anche Lady Gaga e Cynthia Nixon (con moglie) – foto e video

Condividi

In migliaia sono scesi in strada, colorati, sorridenti e incazzati contro il presidente Donald Trump.
Ad un anno dallo storico World Pride per i 50 anni di Stonewall, New York si è riversata in piazza per l’atteso Pride cittadino, con decine di star di Hollywood tra la folla festante.
Lady Gaga, regina LGBT con look rainbow, è stata acclamata, mentre Cynthia Nixon, candidata governatrice, ha sfilato al fianco di Christine Marinoni, sua moglie dal 2012. Tra un anno, ovviamente, tutti a New York.

Happy #pride! #nycpride #c4ny

Un post condiviso da Cynthia Nixon (@cynthiaenixon) in data:


Autore

Articoli correlati

Comments

  • Nina Bonina Brown 9 Agosto 2018 at 12:03

    OH MA SEI TORNATA! COME MAI NON FAI PIU LA BULLA SULL’ALTRO SITO ? Ti HA BANNATO FABIANO? https://uploads.disquscdn.com/images/f7e9639f413e95e164a784fa6bd24584f78f8034bcc5d5637cef7b6b67c19225.jpg

  • Sd 26 Giugno 2018 at 7:10

    Peccato che poi le povere mostre di siano fatte conoscere a livello mondiale per augurare l’Aids ai fan delle altre e Madreh Mostrah non abbia mai detto un cazzo a riguardo.
    Ergo: lei paracula, voi povere disagiate con omofobia interiorizzata
    Bella figura di merda
    E poi parlate di causa gay e gay pride, vi ci vorrebbe il ricovero coatto alla Neuro

  • La Edgia Disinformadgia 26 Giugno 2018 at 7:01

    Ma come no!
    Organizzazione dei Dance-a-Thon per la raccolta di fondi contro l’Aids, incassi di concerti devoluti alla stessa causa più raccolta fondi a Cannes dopo i festival, inclusione di brochure i formativo a riguardo (1989), interviste dagli anni 80 contro l’omofobia, discorsi in ogni concerto dal Who’s That Girl Tour nel 1987, documentario con il primo bacio gay nel 1991 (leggiti le interviste ai ballerini di poco tempo fa sull’importanza e l’impatto avuto allora), primo concerto a Mosca contro l’omofobia (copiato poi da quell’altra l’anno dopo), ecc ecc
    E Gagazza: partecipato a due gay pride e copiato Express Yourself per la causa.
    Tesora, prima di sparare sonore minchiate INFORMATI!
    Fai sempre le solite figure di merda

  • La Ciaaaa Poradgia 26 Giugno 2018 at 6:42

    La vecchia sta dalla parte LGBT quando ancora le prendevamo per strada e durante la crisi AIDS dell’era Reagan.
    La Gagazza non fa un cazzo per la causa perché sinè trovata la strada spianata da chi prima ha rischiato di compromettersi la carriera per il suo supporto.
    Ergo: devi ringraziare anche la vecchia se oggi ti è facile essere una sfranta.
    Andare solo ad un gay pride e finirla lì non ti fa amica dei gay, ti fa solo paracula.
    Poi ci deve ancora spiegare perché affidare il merchandising a gente omofoba.
    Gay supporter a convenienza insomma

  • La Gedgia Poradgia 26 Giugno 2018 at 6:37

    Diceva una canzone “la verità ti fa male lo so…”
    Un po’ di verità tra tutta la merda che ti esce dalla bocca ci vuole
    PS
    Sono di famiglia agiata

  • kris 26 Giugno 2018 at 1:03

    Sta per uscire il suo film e giustamente deve farsi vedere la fotocopiatrice vivente.

  • Thefighter 25 Giugno 2018 at 22:42

    Ahahah
    poveri Litlemonsters incattiviti per la fine PORACCIA della carriera dell’equino. Comunque vedere lady cessa al Gay Pride adesso che non se la CAGA più nessuno ( non che prima fosse diverso ) a ragliare e ballare ( ballare? Ahahah ) con jeans informi ed ascellari stile anni 80 e con parrucche da 2 centesimi e artifizi vari è una risata dietro l’altra, è da scompisciarsi…

    PS: Il mostro dalla faccia paralizzata dal botox è talmente disperata che per avere un pò di visibilità è costretta a farsi riprendere mentre sfrutta per l’ennesima volta la comunità Gay. Squallida e vergognosa come sempre https://uploads.disquscdn.com/images/b1af7c4702d34cc3bc86928ba82c8054c64038c8d41a6d260bb547418a3c75be.gif

  • Ciaooooo 25 Giugno 2018 at 22:38

    Sei un poverello

  • Thefighter 25 Giugno 2018 at 21:52

    Una carriera basata sul nulla, dal punto di vista artistico. È da una vita che cerca di rimanere a galla a suon di scopiazzature, scandali e vittimismo vario. C’ha provato con le malattie immaginarie, la storia della maria gianna olanda in artpop e recentemente con la zia morta di lupus ma con scarsi risultati, indifferenza generale e flops a volontà ed ora, per avere un minimo di rilevanza sui social prova a sfruttare la comunità gay…che pena! Comunque la sua
    stella si è spenta da un bel pezzo. La buona notizia è che può sempre esibirsi a Las Vegas come le vecchie stars sul viale del tramonto…LOL https://uploads.disquscdn.com/images/0a3bcd255cfe07b902b5d412a423f5f5e6236b53914b755372f80140a26dab6d.jpg

  • Ciaooooo 25 Giugno 2018 at 19:11

    Lady Gaga è l’unica che ci mette sempre la faccia, il discorso il prossimo anno lo deve fare lei e non quella vecchia che usa le tematiche lgbt per farsi pubblicità

  • O M G 25 Giugno 2018 at 17:11

    Bellissimi momenti con la regina del mondo queer. Qui top <3
    http://www.breatheheavy.com/wp-content/uploads/2018/06/lady-gaga-pride.jpg

  • Scare this way 25 Giugno 2018 at 17:08

    Praticamente come trasformare il Gay Pride nella sagra di Halloween

  • La Gedgia copiodgia 25 Giugno 2018 at 17:05

    Al solito Gagazza non perde tempo per farsi pubblicità sfruttando la causa LGBT.
    Per il resto dell’anno, quando si tratta di aprire la bocca su casi concreti tace e quelle galline delle fan mandano giù.
    L’avete vista in piazza contro Trump?
    Era a farsi la tinta

  • È Nata Una Steroia 25 Giugno 2018 at 13:24

    Gaga è indubbiamente la popstar più rappresentativa della lotta al fianco della comunità LGBT. ADORO.
    (che per caso mancava qualcuno?)
    #nonviinnervosite
    #statecalme
    #inspiraedespira