Halloween, il trailer italiano del sequel con Jamie Lee Curtis

Condividi

Jamie Lee Curtis torna negli abiti dell’iconico ruolo di Laurie Strode, che la rese celebre nel 1978, per l’atteso scontro finale con Michael Myers, l’uomo mascherato che le ha dato la caccia da quando era sfuggita per un soffio alla carneficina della notte di Halloween avvenuta quattro decenni prima.
Il Maestro dell’horror John Carpenter è produttore esecutivo e consulente creativo di questo capitolo, e ha unito le forze con il produttore leader della cinematografia horror contemporanea, Jason Blum. Ispirato da un classico di Carpenter, i registi David Gordon Green e Danny McBride hanno creato una storia che apre una nuova strada rispetto agli eventi del film-pietra miliare del 1978, con Green che ne firma anche la regia.
Da dimenticare Halloween – 20 anni dopo, uscito nel 1998, in cui la Curtis moriva per mano di Myers, perché questo capitolo farà come cazzo gli pare cancellando tutti gli ultimi inutili sequel.
Dal 25 ottobre in sala.
Fremo.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Boggongino 10 Giugno 2018 at 7:23

    sto burdell è iniziato perché a 5 anni Michael ha visto la babysitter fare zin zin col fidanzato.. oggi, tutto si sarebbe risolto con una foto zozza condivisa su whatsapp

  • Marco 8 Giugno 2018 at 19:44

    Finalmente! i sequel annullati mi fanno storcere il naso, ma se ne vale la pena aver cancellato tutto ben venga, vedremo. Jamie morì nel successivo, in Halloween 20 anni dopo fu lei ad uccidere Michael, per poi morire come un idiota qualche minuto dall’inizio di Halloween La Resurrezione.

  • lorenzino 8 Giugno 2018 at 17:54

    ottimo, ottimo, ottimo, soprattutto perchè hanno messo una lapide (vabbè…) sopra il lavoro di rob zombie, che con il primo halloween aveva fatto una roba abbastanza buona, ma con il suo seguito si era lasciato troppo andare.
    al contrario qui siamo in piena zona carpenter, le atmosfere da piccola citta della provincia americana sembrano quelle giuste, il look geriatrico di jamie lee curtis è perfetto, credo insomma che il grande jason blum abbia davvero rimesso le cose a posto.
    e quel penitenziario con il pavimento bianco e rosso a scacchiera è qualcosa di meraviglioso…

    p.s.: mod, jamie lee muore in quell’oscenità inguardabile di “halloween resurrection” del 2002, nel film del 1998 è lei che decapita (o meglio crede di decapitare) michael myers.