x

Pulse, sopravvissuto alla strage confessa: ‘Dio mi ha salvato sono tornato etero’

Condividi

pulse.survivor.conversion.02.050118

 

Luis Javier Ruiz, 49 anni, è uno dei sopravvissuti alla strage del Pulse, discoteca LGBT di Orlando in cui morirono 49 persone a causa di un folle terrorista.
Passati quasi due anni, Ruiz si è convertito a Dio, annunciando sui social di essere tornato eterosessuale.

Avrei dovuto essere la vittima numero 50″. “Attraverso le foto di quella notte ricordo le mie notti di perversione, in cui bevevo pesantemente per soffocare tutto e avere rapporti sessuali promiscui che mi hanno portato alla sieropositività. Il nemico mi aveva stretto ma Dio, da quel momento, mi ha preso e mi ha dato Gesù Cristo. Ho imparato a conoscere il suo amore a un livello più profondo. Sono sopravvissuto perché credo che Dio abbia ancora uno scopo per me“.

Ruiz fa ora parte di un gruppo fondamentalista cristiano della Virginia, guidato da un certo Daren Melh che sostiene di essere stato gay fino all’età di 10 anni, prima che Dio lo cambiasse.
Teorie riparative considerate pericolosissime dall’intera comunità scientifica, tanto dall’essere state bandite da diversi Stati d’America.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • sticazzi 4 Maggio 2018 at 18:05

    Visto che la coppia è nata per la procreazione e l’assistenza reciproca, mi pare ovvio che sia ispirata a Dio (se sei credente) e se credi al Vangelo. Due ovuli o due spermatozoi non sono ancora capaci di procreare da soli, l’omosessualità si riduce invece solo al soddisfacimento personale dei genitali in una masturbazione reciproca.
    Parlo solo per logica e coerenza.

  • ErPupone 3 Maggio 2018 at 17:46

    Complimenti, il tuo commento ha vinto il premio per il commento piu stupidino del giorno. Ma sei sicuro di aver capito cosa aveva scritto Apo? Francamente ho dei dubbi che tu abbia capito perfino quello che hai scritto tu stesso..

  • ErPupone 3 Maggio 2018 at 17:43

    Guarda che se tu scambi quel mondo che hai deciso di andare a sbirciare per “il mondo gay”, poi non è che puoi venire a farci la morale qui, eh. Quei gay che hai deciso di frequentare te sono una parte, appariscente ma minoritaria, dei gay in Italia e nel mondo. Ma anni di omofobia interiorizzata spingono a fare riflessioni come le tue, sposando senza riflessione stereotipi e pregiudizi duri a morire.

  • Demis 3 Maggio 2018 at 13:38

    Ma non è vero, invece. Quella è una parte del mondo omosessuale ma non rappresenta tutti, io non sono così per esempio e sono sicuro che ci siano tanti ragazzi come me. Potrei farti esempi del genere anche per quanto riguarda gli eterosessuali, esistono locali di trasgressione, scambismo, ecc. Non si può generalizzare. Posso darti ragione sul fatto che nel modo omo la trasgressione sia vissuta un po’ più apertamente, questo si, ma dipende anche dalle nostre scelte individuali, da come affrontiamo le cose, chi frequentiamo e dai nostri propositi. Se tu hai avuto solo esperienze negative, probabilmente, è anche perché hai percorso la strada sbagliata, magari quella apparentemente più facile, ma non ci si può lamentare poi… Io sono fidanzato da anni con lo stesso ragazzo e non ho mai frequentato locali, non ho mai avuto a che fare con le schifezze di cui parli. Dunque non capisco perché si debba stigmatizzare l’omosessualità, come se il semplice fatto di esserlo implicasse il dover per forza avere a che fare con la trasgressione, la promiscuità, le droghe, ecc. Dipende tutto dalla volontà e dalle singole coscienze di ognuno, quindi sì, tornando al discorso di prima: se fai ca**ate è perché sei un po’ cogli*ne, non perché gay!

  • Raphaello 3 Maggio 2018 at 7:38

    Comunque ti informo che i gay non sono solo quelli che girano nei locali o su Grindr…c’è Tutto un mondo lì fuori,basta guardare

  • Personcina 2 Maggio 2018 at 21:18

    Sarebbe come se ogni etero dovesse portare sulle sue spalle le responsabilità degli scambisti o della ragnatela di corna cui ho potuto assistere in ogni ambiente lavorativo che ho frequentato dove ci fossero più di sei o sette persone.

  • Personcina 2 Maggio 2018 at 21:15

    E ovviamente quando trova l’eterosessualità è ispirato da Dio e dal bene…

  • Demis 2 Maggio 2018 at 16:45

    Sì ma non è quello il problema, per quanto mi riguarda potrebbe fidanzarsi pure con un albero. Tu puoi riscoprirti bisessuale, etero, fluido o quello che vuoi, però il fatto preoccupante è parlare dell’omosessualità come la causa di ogni male, come qualcosa da rinnegare. Ecco, se permetti questo mi suona un po’ strano e lo reputo un cattivo esempio, perché si sta attribuendo un significato negativo all’essere gay, quando non è così.

  • ilritorno 2 Maggio 2018 at 16:18

    perchè, non vero? omai l’etichetta parla di chemsex, bb, orge (che si chiamano party perchè è “+cul”) ora la nuova moda è scrivere “aperto anche a relazione, ma prima partiamo dal sesso”. da quando ho scoperto la mia bisessualità e mi sono affacciato anche al mondo gay le cose lì dentro sono andate sempre peggio. per cui non veniamo a fare gli indignados qui, per pietà.

  • Fabri 2 Maggio 2018 at 15:59

    Sì, ok.

  • OnceuponaRumple 2 Maggio 2018 at 15:57

    Beh, il terrorismo ha vinto.

  • Sticazzi 2 Maggio 2018 at 15:17

    Considerando che uno dei più importanti circoli gay d’Italia celebra e porta il nome di Mario Mieli, famoso pederasta, nudista, travestito e coprofago, qualche domanda me la farei sul perchè poi vengono associati a tali elementi…

  • Demis 2 Maggio 2018 at 14:00

    Che poi questa gente prima fa una vita dissoluta, combinandone di ogni, bevendo, usando droghe, facendo sesso promiscuo e poi riconducono la colpa di tutto alla propria omosessualità. No, il problema non è quello, ti sei solo comportato da coglione. Si può essere gay, con tutte le difficoltà del caso e vivere comunque una vita “normale”, come chiunque altro.

  • Silly Shark 2 Maggio 2018 at 13:34

    49 anni? O_O Non sembra proprio. O hai solo interpretato male la lingua inglese?

  • Personcina 2 Maggio 2018 at 11:37

    Ovviamente l’omosessualità è associata a promiscuità, alcolismo, dissolutezza e autodistruzione. Gli domanderei che peccati possano aver commesso le vittime, si presume per la maggior parte etero, di tutte le stragi che ci sono state in questi anni, perché Dio abbia deciso di non salvarle neanche.

  • lorsi 2 Maggio 2018 at 11:35

    Siamo sicuri che quella notte non ha battuto la testa da qualche parte?
    E poi… lo voglio proprio vedere a fare l’etero fondamentalista cristiano tutta la vita.

  • Personcina 2 Maggio 2018 at 11:31

    La soddisfano tranquillamente nella setta.

  • abiqualcosa 2 Maggio 2018 at 11:10

    Ancora così stiamo. Quanto è lunga la strada ancora….

  • sticazzi 2 Maggio 2018 at 11:05

    Teorie riparative?
    Andate tanto pubblicizzando l’essere “fluido” (bisessuale ormai è “antico”), non può essere che attualmente le piaccia il sesso opposto? A voi cosa frega se è felice cosi? O va bene solo se è omosessuale senza se e senza ma perchè sennò ve ne andate in crisi? Coerenza…

  • divodivo – lagomorfo 2 Maggio 2018 at 10:39

    Ha vissuto un evento fortemente traumatico, che questo abbia avuto ripercussioni pesanti su di lui non mi stupisce. Non me la sento di giudicarlo.

  • Sean 2 Maggio 2018 at 10:13

    Dio ha voluto salvare soltanto te su cinquanta persone perchè gli altri non avevano niente di speciale, soltanto tu lo sei e sei il migliore del mondo, perchè tu vali. Si Dio ha un progetto grande per te per questo ti ha risparmiato, certo si.

  • Raphaello 2 Maggio 2018 at 9:15

    Sta gente (anche in Italia,tanta) associa l’omosessualità all’uso di droghe,al sesso non protetto e promiscuo.No,cari miei,vi informo che tutto questo non dipende dalla vostra omosessualità,ma dalla vostra immensa testa di cazzo,che statene certi,non vi abbandonerà neanche se diventaste più etero di Schwarzenegger