x

Donatella Versace compie 63 anni – tanti auguri alla Regina delle bionde

Condividi

Schermata 2016-05-02 alle 18.26.12Vice presidente del gruppo Versace, capo progettista della linea di moda e azionista per il 20% dell’intero patrimonio, un abbonamento chirurgico secondo solo al cartellino da guiness di Cher, un capello talmente ossigenato da rischiare l’obbligo da rasatura NATO per emissione di radiazioni nucleari, un’imitatrice ufficiale che perde meravigliosamente pezzi come l’originale appena sveglia al mattino, una pronuncia inglese alla pari con Alberto Sordi, un premio Oscar gnocca che l’ha magnificamente interpretata in tv, un’ormai storica amicizia con Lady Gaga che si sta sempre più tramutando in uno spin-off al femminilie de I Gemelli ed oggi, proprio oggi, 63 anni da festeggiare. Onore e merito alla Queen di tutte le bionde del mondo.
Donatella Versace.

 Schermata 2016-05-02 alle 18.26.28  Schermata 2016-05-02 alle 18.25.58 Schermata 2016-05-02 alle 18.25.52 Schermata 2016-05-02 alle 18.25.42 Schermata 2016-05-02 alle 18.25.13

giphy giphy-1

Autore

Articoli correlati

Comments

  • !_!M!_! 6 Maggio 2018 at 12:16

    più che regina delle bionde, direi Regina-della-Stoppa”. Questa è una donna del niente, è l’ombra di una maison costruita da suo fratello, unico e solo Versace, e solo per quello ha avuto la possibilità di diventare, oggi, quello che è. Brutta come la fame più nera dopo una dieta Ducan, penso abbia molto talento da intrattenitrice e pochissimo nel mondo lavorativo, direi molto sopravvalutata.
    Auguri comunque, Regina del Niente

  • Silly Shark 3 Maggio 2018 at 22:42

    Pensavo fosse over 70 e già da un po’, sembra più nella generazione dei miei nonni che dei miei genitori. Vabbé.
    Mai piaciuta comunque.

  • Una Basica a Las Vegas 2 Maggio 2018 at 23:26

    auguri!

  • Miky 3 Maggio 2016 at 13:23

    Di storica c’è più la sua amicizia con Madonna che dura da 20 anni se mai..

  • Frederik 3 Maggio 2016 at 0:35

    Credevo 161

  • chiaaa 2 Maggio 2016 at 22:45

    A me Donatella fa molta tenerezza. È una donna dai forti contrasti che nonostante una prospettiva di vita agiata e di successo si è piegata sotto il peso dei demoni. La dipendenza dalla droga, la morte del fratello, le responsabilità di un’azienda-impero, una figlia anoressica. Anche se adesso mi sembra sia sobria e tornata “a posto” deve averne passate tante e i segni di un malessere passato li porta sul corpo, nella sua voce.

    Se potessi incontrarla l’abbraccerei e le direi di rilassarsi guardando quanto è grande la sua azienda, quanto lavoro da a tante persone, quanto in alto ha portato l’immagine della moda Italia nel mondo.