Man of the Woods, primato Billboard ma Justin Timberlake non sfonda

Condividi

Justin-Timberlake-1024x576

Accolto tiepidamente dalla critica, Man of the Woods di Justin Timberlake ha comunque fatto sua la vetta della chart Billboard, con 293.000 dischi venduti.
Si tratta del miglior debutto di un uomo da DAMN di Kendrick Lamar, il 6 maggio scorso partito con 603.000 copie smerciate.
The 20/20 Experience, nel 2013, partì con 968.000 copie vendute negli Stati Uniti.
Altri numeri per Justin, che con questo Man of the Woods non ha proprio convinto.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Fabri 14 Febbraio 2018 at 20:20

    Ormai ci si accontenta di briciole. Vale per tutti, a quanto pare. Forse è il caso di rivedere il modo in cui si valuta un artista. Basarsi sui numeri, oggi come oggi, non so a cosa serva. A meno che non si tratti di live: lì c’è poco modo di fare magheggi. Chi cazzo ‘compra’ più singoli album ormai? E se anche si fanno grandi numeri, quanto durano? Il fatto è che -come per tutte le cose- quando c’è troppa scelta si fa confusione e basta. Sbaglierò, ma per me è così.

  • Silly Shark 14 Febbraio 2018 at 14:48

    Urca 293.000 son comunque un buon numero, il disco è abbastanza penoso, m’aspettavo un debutto alla #1 ma con meno di metà delle copie. Vedremo se crollerà subito o rimarrà in classifica in maniera decente.

  • chiaaa 14 Febbraio 2018 at 14:48

    Buon risultato, ma senza la sovraesposizione da Super Bowl avrebbe ottenuto molto meno…
    Prevedo che settimana prossima crollerà e forse uscirà anche dalla top 10.

    A proposito di Super Bowl non è che sia stato particolarmente apprezzato il suo halftime. Dicono tutti che era scarico, scontato e a tratti banale. Forse le pop star femminili hanno alzato troppo l’asticella…