Mark Salling ha tentato il suicidio

Condividi

Mark-salling-picture

Prima di dichiararsi colpevole di pedopornografia, Mark Salling, storico ex volto di Glee, ha tentato il suicidio.
Parola di TMZ.
Il 22 agosto scorso l’attore è stato ritrovato sul suo letto con entrambi i polsi tagliati.
A salvarlo il co-inquilino, che ha immediatamente chiamato i soccorsi. Pochi giorni dopo Salling è entrato in un centro di riabilitazione per problemi psicologici.
All’inizio di ottobre Mark si è dichiarato colpevole di possesso di materiale pedopornografico. La polizia ha trovato oltre 50.000 immagini pornografiche e erotiche che coinvolgono bambini sul suo computer. Mark rischia dai 4 ai 7 anni di carcere, grazie al patteggiamento. In caso contrario sarebbero stati dai 15 ai 20.
L’avvocato del divo ha negato la ricostruzione di TMZ, rifiutandosi di entrare nei dettagli: “Mark sta fisicamente bene e sta trascorrendo il tempo lavorando su se stesso”.

Autore

Articoli correlati