Comin Out Day, ecco i ‘vip’ italiani che hanno pubblicamente dichiarato la propria omosessualità

Condividi

tiziano-ferro-gay-vanity-fairGianni Amelio, regista (2014)
Lorenzo Balducci, attore, aprile 2012
Alessandro Baracchini – giornalista (14 giugno 2012)
Matteo B. Bianchi, scrittore
Michele Bravi, cantante (bisex)(2017)
Stefano Campagna, giornalista tv (settembre 2007)
Ivan Cattaneo, cantante (1975)
Alessandro Cecchi Paone, presentatore tv, scrittore, politico (giugno 2004)
Aldo Ciccolini, pianista (2012)
Alfredo Cohen, attore, cantante e regista (1972)
Paolo Colombo, giornalista sportivo tv (settembre 2008)
Rosario Crocetta, eurodeputato Pd (anni Settanta)
Tiziano Ferro, cantante (ottobre 2010)
Pierluigi Diaco, giornalista (2017)
Eva Grimaldi, attrice (2017)
Alessandro Golinelli, scrittore (1992)
Leo Gullotta, attore (1995)
Antonio Latella, regista teatrale
Ferzan Ozpetek, regista cinematografico
Alfonso Pecoraro Scanio, uomo politico (bisex) (2000)
Gennaro Cosmo Parlato, cantante e autore (2007).
Paolo Poli, attore
Naike Rivelli, attrice (bisex)
Walter Siti, scrittore.
Stacy Sykora, pallavolista olimpionica in forza alla squadra dell’Urbino
Pino Strabioli, attore, scrittore e giornalista (2016)
Gianni Vattimo, scrittore, docente, eurodeputato (anni Ottanta)
Francesca Vecchioni, figlia del cantante Roberto (giugno 2012)
Mario Venuti, cantante (bisex)
Gianmarco Romanini, vicensindaco e assessore ai lavori pubblici e personale a Viareggio (trans ftm)
Rosalinda Celentano, (2013)
Scialpi, cantante (2013)
Guglielmo Scilla, attore (2017)
Antonino Spadaccino (2016)

eva-grimaldi-imma-battaglia-isola

Dal 2010 ad oggi, anno dello ‘storico’ coming out di Tiziano Ferro, sono stati poco meno di quindici i volti ‘noti’ dello show business italico a gettare la maschera.
Praticamente poco più di uno l’anno, rispetto alle tante maschere che puntualmente cadono nel resto del mondo.
Il perché in Italia si faccia ancora tanta fatica a dichiarare pubblicamente la propria omosessualità, onestamente, è a me sconosciuto, vista l’ormai conclamata indifferenza mediatica nei confronti di un artista che decide di uscire allo scoperto.
Ferro, come scritto più volte, vendeva una barca di dischi prima di far coming out e continua a vendere una barca di dischi ancora oggi, a 7 anni dal suo annuncio, riempiendo stadi di adolescenti adoranti.
E allora di che stiamo parlando? Questo 2017, ancora non del tutto concluso, ha visto schizzare addirittura a 4 i coming out celebri (Bravi, Scilla, Diaco e Grimaldi), seminando speranze verso un futuro sempre più aperto e condiviso.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • baldwin 17 Ottobre 2017 at 20:46

    E Nichi Vendola

  • Marco 13 Ottobre 2017 at 3:52

    Cioè sono etero?

  • alex 12 Ottobre 2017 at 20:16

    ma infatti..bla bla bla….ma che cazzo hai detto????????????
    Ce ne fossero di Tiziano Ferro in Italia forse sarebbe molto più semplice per tutti.
    E aggiungo: da quando un GAY dichiarato si deve per forza schierare a nostro favore SEMPRE e COMUNQUE!?!?!?!??!?!? Oltre che fare coming out sta gente che deve fare?!?!?!?!??!?!?!!?!??!?!!?!?!?
    Un ragazzo pulito e per bene GAY FAMOSO che è in BUON ESEMPIO per TUTTI non ti sembra abbastanza?!?!?!??!?!!??!

  • Mdzboy 11 Ottobre 2017 at 21:35

    Ammazza, tutti bsx in Italia! Diciamo che il panorama gay vip italiano fa alquanto cagare, ma almeno comincia a smuoversi qualcosa.
    Ferro non credo faccia il politically correct solo per marketing, ma perché mi pare un po’ di quei gay bloccati e che nel fondo si sentono ‘colpevoli’ di essere gay. Di base resta e resterà una persona timida e debole quindi ha ben poco da rappresentarci.

  • ErPupone 11 Ottobre 2017 at 20:31

    Poche idee ma confuse. Avanti il prossimo.

  • Continuo 11 Ottobre 2017 at 16:14

    Be’, aggiungiamo anche Umberto Bindi, che ha pagato un caro prezzo, Pasolini (idem), Sandro Penna, Alberto Arbasino, Giò Stajano (poi diventato donna, ma out dagli anni 50), Elio Pandolfi, Don Lurio (anche per la storia dell’eredità del compagno), Luchino Visconti, Giuseppe Patroni Griffi, Franco Zeffirelli, Marina Cicogna & Florinda Bolkan, la Malgioglio, la Mastelloni, Giucas Casella (dopo tempo l’ha rivelato pubblicamente qualche anno fa), Gianna Nannini (pansessualA).
    Al momento di dichiarati non me ne vengono più in mente. Poi ci sono le velate, tra cui la capa del “carrozzone”…

  • Diana 11 Ottobre 2017 at 15:57

    Se Pecoraro Scanio e Mario Venuti sono bisex, io sono la regina Elisabetta…

  • Key- hit me Naomi 1more time 11 Ottobre 2017 at 15:56

    ma infatti..bla bla bla….ma che cazzo hai detto????????????
    Ce ne fossero di Tiziano Ferro in Italia forse sarebbe molto più semplice per tutti.
    E aggiungo: da quando un GAY dichiarato si deve per forza schierare a nostro favore SEMPRE e COMUNQUE!?!?!?!??!?!? Oltre che fare coming out sta gente che deve fare?!?!?!?!??!?!?!!?!??!?!!?!?!?
    Un ragazzo pulito e per bene GAY FAMOSO che è in BUON ESEMPIO per TUTTI non ti sembra abbastanza?!?!?!??!?!!??!

    Poche idee ma confuse. Avanti il prossimo.