Chiamami col tuo nome, Luca Guadagnino e Timothée Chalamet si sono realmente masturbati con una pesca prima di girare

Condividi

call-me-by-your-name-1507134892

Una delle scene cult di Chiamami col tuo nome vede il 17enne protagonista, infatuato del 24enne ospite, masturbarsi con una pesca e mangiarla, una volta eiaculato sopra di essa.
Pagine bollenti, quelle del meraviglioso romanzo di Andrè Aciman, che il regista italiano voleva inizialmente tagliare.
Troppo alto il rischio di scivolare nel ridicolo involontario, con Guadagnino inizialmente scettico dinanzi alla possibilità di potersi eccitare davanti ad una pesca. Una scena quasi ‘metaforica’ più che pratica, prima di provarla e cambiare idea.

‘Stavo lottando contro la possibilità che ci si possa masturbare con un tale frutto. Così ho preso una pesca e ho provato, e devo dire che funziona. A quel punto sono andato da Timothée Chalamet, che interpreta il giovane Elia, e gli ho detto: ‘giriamo la scena, l’ho provato e funziona’. E lui mi ha risposto, ‘l’ho provato anche io, già lo sapevo che funziona’.

Quando si dice un attore serio e preparato.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • HANDREAS 9 Ottobre 2017 at 18:08

    se sarà fedele al libro sarà bellissimo…

  • chiaaa 9 Ottobre 2017 at 9:23

    Spero solo non sia deludente come “Io sono l’amore”: un tripudio di estetica, grande recitazione, riprese laccate a supporto di una trama invece banale che non diceva praticamente nulla.

    Non ho letto il libro in questione, ma il fatto che sotto ci sia un romanzo di successo un po’ mi rincuora.

  • abiqualcosa 8 Ottobre 2017 at 23:20

    hai ragione, però rifletti: chi si è documentato seriamente lo va a vedere comunque: così magari si racimola (ok con l’inganno) qualche spettatore in più.

  • Invisible Boy 8 Ottobre 2017 at 16:43

    Non capisco come si possa compiere un atto del genere, ma in ogni caso tutte ste anticipazioni stanno creando un hype pazzesco: non vedo l’ora escano le clip hot

  • albe 8 Ottobre 2017 at 12:45

    mi sfugge la dinamica dell’atto :-/
    più che le dimensioni incompatibili, boh

  • lorenzino 8 Ottobre 2017 at 11:57

    ancora con ‘sta pesca? eviterei come la peste una campagna promozionale incentratata sul pruriginoso e sul provocante in perfetto stile 50 sfumature di grigio, si rischia di mortificare un film (a quanto pare) bellissimo e un libro altrettanto entusiasmante…