Lady Gaga eletta prima storica Miss Gay America

Condividi

Schermata 2017-10-02 alle 14.00.41

«Innanzitutto auguro a @ladygaga una pronta guarigione. In secondo luogo volevo annunciare che in data 10 settembre abbiamo consegnato a Lady Gaga la prima corona di Miss Gay America». «Amiamo Gaga per tutto quello che ha fatto per la comunità LGBTQ, specialmente per i nostri giovani. Abbiamo così pensato di onorarla con questo premio per le battaglie condotte per l’auto-accettazione, la diversità e la bellezza che ognuno di noi dovrebbe trovare guardandosi allo specchio».

Ad annunciare l’assegnazione del curioso premio, finito per l’appunto tra le mani della Germanotta, l’attivista Michael Dutzer. Gaga, come dimenticarlo, ha sempre sostenuto le battaglie LGBT, facendo da madrina all’EuroPride di Roma e dando vita alla Born This Way Foundation, associazione non profit che offre sostegno fisico e psicologico alle vittime di bullismo e omofobia.

lady-gaga

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Alita 6 Ottobre 2017 at 18:30

    Quello che hai scritto no ha alcun senso.

  • Prrrrrr 6 Ottobre 2017 at 10:50

    Non se poteva parlare. Ma serio? Direi che è una tiritera solo dei fan di madonna.
    Gode di quali risultati Gaga se ha ridefinito le regole del pop e sta ancora continuando? Tutte bullshit per far brillare quel acclarato nulla cosmico di madonna.

  • Prrrrr 6 Ottobre 2017 at 10:46

    E col tuo ragionamento anche Lady Gaga è già nella storia. Sappilo.

  • Prrrrr 6 Ottobre 2017 at 10:45

    Peccato che anche questa sia una tua fantasia e in competizione le metti tu.
    Lady Gaga e Madonna sono completamente diverse e ovviamente in sfavore di ques’ultima.
    Studiate va. Sui libri. Appunto

  • È Nata Una Steroia 5 Ottobre 2017 at 22:34

    Come puoi tu stesso leggere io ho scritto ‘’aldilà del premio’’ proprio perché trovo non aggiunga e non tolga nulla, i fatti vanno avanti da soli senza bisogno di essere ‘’certificati’’ da qualsivoglia premio.
    Non capisco dove sia il marketing in questo riconoscimento, lei non ha scritto nulla sui social a riguardo, le hanno assegnato un riconoscimento stop.

  • !_!M!_! 5 Ottobre 2017 at 12:56

    ci sono state persone negli anni passati, a cui non importava farsi pubblicità con delle azioni di questo genere. Quando si parla di “diritti” umani, non servono premi, non bisogna elogiare qualcuno perchè ha aiutato un altro essere umano, penso sia una questione di bontà e di persone che non hanno premi per quello che fanno nel quotidiano ne conosco moltE. Questo, è TUTTO MARKETING!

  • roby 4 Ottobre 2017 at 12:54

    Peccato che è già in tutti i libri di storia ciò che ha fatto nel costume popolare e nel pop, compreso per i gay. C’è un abisso siderale con lady gaya e chi ha più di 20 anni lo sa, poi ci sono i coglioni come te che continuano a mettere lady gaga in competizione quando invece è ovviamente uno dei suoi tanti derivati

  • Alita 3 Ottobre 2017 at 15:49

    LOL
    Ma che premio sarebbe?

  • Alita 3 Ottobre 2017 at 15:48

    La scena pop attuale è piena di arcobaleni e ledi gaghe grazie agli artisti che hanno affrontato questo tema negli anni in cui non se ne poteva parlare.
    Il pop delle varie ledi gaghe sta godendo dei risultati.

  • nulla 3 Ottobre 2017 at 15:32

    madonna è il nulla cosmico. ma finitela non ci casca più nessuno.

  • roby 3 Ottobre 2017 at 12:45

    Ma stai zitto demente! Sempre a mettere zizzania. Brava Lady Gaga che ha fatto molto per i gay delle nuove generazionie onore al merito, ma in tempi ben più difficili Madonna, che da sempre è il suo esempio, ha fatto molto di più e da sola in un panorama omofobo desolante per milioni di gay di 3 diverse generazioni, se non lo sai informati cretino!

  • chiaaa 2 Ottobre 2017 at 19:45

    Non c’è nessun’altra pop star che ha fatto così tanto per la comunità gay. Madonna viene seconda.

  • chiaaa 2 Ottobre 2017 at 19:42

    Certo, certo…la luna è verde e marte è blu….CREDICI ALLE MINCHIATE CHE DICI.

  • Alterego 2 Ottobre 2017 at 18:58

    Non per difendere Lady Gaga, ma potresti indicarmi la fonte dove hai trovato l’informazione che la fondazione usi meno dell’1% per i suoi scopi?

  • La Gedgia Poradgia 2 Ottobre 2017 at 18:02

    La Patrick Padova avrà già le tette che le girano per l’emozione mentre la Gedgia ha squirtato sul tappeto!

    Bravissima Gagazza a sfruttare i gay, poi a fatti fa il contrario!

  • Una Basica a Las Vegas 2 Ottobre 2017 at 17:34

    La meritocrazia non esiste più.

  • È Nata Una Steroia 2 Ottobre 2017 at 17:31

    Non ho detto questo, indipendentemente dal fatto che tu creda o no alla sua buona fede, è innegabile il fatto che Gaga, in pochi anni, abbia fatto più del ”poco” che hanno fatto altre persone in 30.
    La scena pop odierna piena di arcobaleni, unicorni gay e sposalizi sui palchi dei vari tour è solo uno dei tanti aspetti derivati da tutto ciò che Lady Gaga ha apportato sulla mediocre, standard e spenta scena del 2007.

  • viking982 2 Ottobre 2017 at 17:10

    …chi sarebbe l omofobo razzistA? trump?….. cmq sto giro di fondazioni sono tutte uguali…..

  • RaffaeleVenonCampioneD’incassi 2 Ottobre 2017 at 15:15

    Ma nei tuoi sogni.
    Madonna, boy George, Cindy Lauper non hanno fatto niente?

    Gaga ha solo colto la possibilità di fare soldi facili con una fondazione truffaldina.
    Il fatto che Gaga vada a finanziare un omofobo ti fa ben capire che per lei vali meno di un escremento di cavallo…

  • RaffaeleVenonCampioneD’incassi 2 Ottobre 2017 at 14:42

    Ma ahahahah ahahahah

    La sua fondazione usa meno dell’1 percento per aiutare chi ha bisogno!
    Il merchandising del suo tour finanzia un omofobo razzista…
    Lei ha mentito spudoratamente sull’essere bisessuale per 2 copertine e dopo smentire tutto…

    Lei vede i gay come limoni da spremere.

  • È Nata Una Steroia 2 Ottobre 2017 at 14:16

    Aldilà dei premi, Lady Gaga ha praticamente dato vita ad un exploit nell’ambito pop dell’ultimo decennio per quanto riguarda l’attivismo lgbt che ha spinto tutti i personaggi generici, che mai avevano aperto bocca in merito, a fare lo stesso. Oggi viviamo una scena pop (e non solo) color arcobaleno che non si era mai vista prima e lei ne è indubbiamente l’artefice.