Egitto, arrestati per aver sventolato una bandiera rainbow ad un concerto – rischiano 7 anni di galera, video

Condividi

Una notizia che ha dell’incredibile arriva dall’Egitto.
Sette persone sono state infatti arrestate ad un concerto rock andato in scena al Cairo, la scorsa settimana, per aver sventolato una bandiera rainbow tra la folla.
Sul palco la band rock alternativa libanese Mashrou ‘Leila, il cui cantante Hamed Sinno è apertamente gay nonché avvocato LGBT.
Tra i presenti, ovviamente, non pochi omosessuali.
Peccato che quando la bandiera arcobaleno si è fatta vedere tra la folla i poliziotti siano presto intervenuti, individuando i responsabili con le telecamere.
Sui media egiziani l’incidente è stato definito ‘scandaloso’, perché quel concerto avrebbe promosso ‘corruzione e immoralità’.
Molti egiziani hanno anche criticato la presenza della bandiere arcobaleno, applaudendo l’immediato arresto.
L’Egitto, cosa da non dimenticare, è uno dei Paesi più omofobi al mondo, con il 95% degli egiziani, secondo un sondaggio effettuato nel 2013, convinto che le persone LGBT non debbano essere socialmente accettate.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • ipocrisia a gogo 27 Settembre 2017 at 0:39

    ok in tutto questo l’idea che il 95% delle risorse che vi piace tanto accogliere vi vorrebbe in galera ( se va bene) quando incomincerà a preoccuparvi almeno quanto le frasi del fratello di belen ?????

  • Casualboy 27 Settembre 2017 at 0:27

    Purtroppo uno dei pochi messaggi che valgono al mondo (i soldi) non viene sfruttato a sufficienza da noi.
    Paese omofobo? Bene, niente più turisti LGBT o simpatizzanti.
    Dopo qualche tempo vedi che inculata si prendono…