Estate 2017, ‘vip’ in costume 9 agosto: dal tuffatore Tommaso Rinaldi a Marco Carta

Condividi

Tommaso Rinaldi, tuffatore azzurro

IMG_3256

IMG_3248

Stefano Bindinelli, ex ballerino Amici

IMG_3251

Paolo Stella, influencer

  IMG_3229IMG_3258

Max Emerson, modello

IMG_3259

 

Ivano Marino, influencer

IMG_3260

 

Sam Asghari, fidanzato Britney Spears

  IMG_3230

Matteo Restivo, nuotatore azzurro

IMG_3231

Marco Carta, cantante

  IMG_3233

IMG_3232

Gabriele Virgilio, ballerinoIMG_3234

Gabriele Esposito, ballerinoIMG_3235

Stefano De Martino, ballerino

IMG_3238

Emis Killa, rapper

IMG_3239 IMG_3240

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Nic 11 Agosto 2017 at 21:55

    La mia voleva essere una battuta (seppur pessima) 😀

  • william 11 Agosto 2017 at 9:49

    non c’è storia….pure con il pantaloncino corto che io non apprezzo affatto (chi ha un bel corpo deve mettere sempre lo slip….obbligatoriamente), tommaso rinaldi li ha asfaltati tutti.

  • Basica alla riscossa 10 Agosto 2017 at 19:20

    Che creature affascinanti.

  • Mario 10 Agosto 2017 at 19:09

    Rinaldi non scherziamo, solo slip per favore

  • Alterego 10 Agosto 2017 at 17:38

    Influenzati!

  • antonio sanna 10 Agosto 2017 at 15:22

    Paolo e Ivano son fidanzati da tempo,sono da un paio di anni che vengono in vacanza in Costa Smeralda e li ho visti in atteggiamenti intimi più volte e poi basta seguire i loro profili Instagram per fare 2+2…
    Bindinelli si è sempre saputo fosse gay e anche lui quando torna dalla sua famiglia che possiede un ristorante.è facile trovarlo alla Cinta soprattutto nella zona batuage…o in compagnia di amici gay

  • Nic 10 Agosto 2017 at 14:22

    Scusa ma gli ammalati di influenza poi come li chiami? 😀

  • Leore 10 Agosto 2017 at 13:31

    Sì, purtroppo. Ed è anche questo il motivo per cui se ne vedono poche. “animali marini la cui pelle non si è evoluta per resistere alle nostre manacce ruvide, calde e piene di schifezze. La loro architettura particolare li ha portati ad evolvere una sorta di filtro, il madreporite, che serve a far passare acqua all’interno del corpo e poi fuori dal corpo, che serve ad esempio per far funzionare il loro sistema di locomozione che è un vero e proprio sistema idraulico. Il contatto con le nostre mani può quindi togliere il muco di cui sono ricoperti, che serve a proteggere la pelle, e l’esposizione all’aria può bloccare il sistema idraulico di cui parlavamo, intasandolo con una bolla d’aria.”

  • Personcina 10 Agosto 2017 at 10:33

    L’unica cosa che mi fa rinunciare a criticare quest’orrenda moda dei capelli bianco argentato è che finita questa ne inventeranno sicuramente una peggiore.

  • Casualboy 10 Agosto 2017 at 9:48

    Erano almeno 2 anni che non rivedevo Paolo Stella, è un peccato vedere che anche lui ha ricorso all’estetica facendosi trapiantare i capelli…

  • Nicola 10 Agosto 2017 at 9:06

    Oddio non lo sapevo… fortuna che mi è capitato di toccarne una solo una volta

  • Pat 9 Agosto 2017 at 23:25

    Il bello poi è che ‘sti 4 coglioni vengono presi ad esempio dalla chiunque per cui te li ritrovi nelle stesse pose sulle chat: smutandati, sudati, in palestra, negli spogliatoi, al cesso, al mare col microcostume gonfio di cotone… E guai a parlare di sesso eh, loro cercano l’ammmmmore.

  • fabivs anton 9 Agosto 2017 at 23:20

    Fuori dall’acqua muoiono, vero?

  • Montana Moorehead 9 Agosto 2017 at 21:09

    è una spilla da cula

  • Damiano Sardoccio 9 Agosto 2017 at 20:06

    l’ossessione per Carta continua CURATIIIIIIIIIII

  • Leore 9 Agosto 2017 at 18:56

    1) accostare marco carta con Tommaso Rinaldi è come accostare la pupù al cioccolato svizzero
    2) chi è quel coglione con la stella marina sul braccio?? A parte la sua bruttezza, ma lo volete capire una buona volta che se le toccate muoiono dopo poco?? Lasciatele dove stanno, cristo!

  • Bruno 9 Agosto 2017 at 18:30

    Paolo Stella e Ivano Marino influencer in che universo parallelo?

  • Ma22 9 Agosto 2017 at 18:11

    Ti consiglio anche qualche foto di Lucio saints

  • Alterego 9 Agosto 2017 at 17:45

    Si può abolire la parola influencer?