Iran, è il giorno del ‘SECRET PRIDE’ di Teheran

Condividi

Rainbow_Friday_5-670x434

  In Iran l’omosessualità è punita con la pena di morte.
Esporsi in prima persona è un rischio da cui non si può tornare indietro, ed è per questo motivo che dal 2010 si svolge il ‘SECRET PRIDE’, evento che vede partecipare i gay, le lesbiche e i transessuali di Teheran, con i simboli dell’arcobaleno in bella vista e le facce nascoste.
In pochi anni il Secret Pride è diventato una delle poche forme d’espressione per le persone LGBT iraniane per essere quello che sono.
Quest’anno il Secret Pride diverrà realtà oggi, 28 luglio, con il nome di Ranginkamaniha, ovvero Venerdì Rainbow.

‘Noi crediamo nel potere della felicità, nel miracolo della speranza e nella forza dei colori, anche in questo mondo di superficialità e di impotenza. Il nostro dolore non è inattivo, ma noi, gli arcobaleni dell’Iran, stiamo urlando la nostra felicità sotto forma della nostra resistenza. E’ possibile superare l’ignoranza che domina il mondo’.

Così via QUEERTY gli organizzatori, invitati al Pride di Amsterdam del 5 agosto sul canale. I loro volti rimarranno nascosti per sicurezza, ma il gruppo marcerà con dichiarato orgoglio a nome di tutte le persone LGBT iraniane costrette a vivere una vita di menzogne e terrore.
Perché i Pride servono anche a questo, persino nel 2017, e chiunque non l’abbia ancora capito, definendoli ‘inutili’, vive in una realtà parallela.

Rainbow_Friday_14-670x522

Autore

Articoli correlati