x

Il Numero Uno – Confessioni di un Marchettaro, da oggi in libreria la ‘biografia’ di Francesco Mangiacapra

Condividi

Scaled Image

Della prostituzione maschile è stato detto e scritto poco, nulla sulla prostituzione maschile moderna figlia dell’inflazione e del precariato che ha coinvolto anche tanti brillanti laureati. E poche sono
le persone disposte a raccontarsi e capaci di farlo con trasparenza e lealtà, senza temere il giudizio e lo stigma.
Francesco Mangiacapra, una laurea in giurisprudenza all’Università Degli Studi di Napoli “Federico II” e da anni stratega del sesso e del profitto, l’ha fatto, conducendoci in un viaggio all’interno dei vizi delle persone più apparentemente insospettabili con Il Numero Uno – Confessioni di un Marchettaro, da oggi in libreria.

“Il mio segreto è che io col cliente ci parlo: lo specchio di fronte al mio letto è un oblò sul mondo”.

In questo romanzo-diario racconta come è diventato un escort per uomini, donne e coppie, come la sua bulimia sessuale e verso il danaro, gli abbia dato la possibilità di fare una vita agiata ottenendo quel riscatto economico e quell’indipendenza che la libera professione di avvocato non gli ha dato.
L’escort più conosciuto di Napoli è anche il più sfrontato, il più disinibito:

“Sono un capitalista della compassione del più disparato campionario umano. Ma spesso, nulla è più aberrante di un sorriso forzato”.

Un vero viaggio nella vita dell’escort ma anche in quelle dei suoi numerosissimi clienti, un panorama umano assolutamente inedito, raccontato con spietatezza e senza pudore. Clienti insospettabili e clienti sospettabili: preti, militari, disabili. Francesco ne ha per tutti: si mostra per quello che è, col cinismo di alcune sue posizioni sulla vita, sul sesso, sull’omosessualità. Con la sua lente di ingrandimento su quei pudori celati che sono parte integrante di ognuno di noi, non chiede l’assoluzione di nessuno, la comprensione di nessuno, semplicemente perché non ne ha bisogno: lui è il Numero Uno.

“Puttana si nasce. O lo sei o non lo sei. Posso svelare i miei trucchi, ma se non lo sei di tuo non lo diventerai mai”.

Ma allo stesso tempo parlando dell’amore e della propria famiglia arriva al cuore del lettore svelando tutte le sue debolezze senza remore e dando valore aggiunto e ulteriore credibilità a tutte le sue dichiarazioni impudenti e politicamente scorrette.

“Ho vinto. Anche perdendo l’ingenuità. Non la dignità. Per quella ho riletto le regole con intelligenza, le ho mostrate alla gente e hanno capito. Ho imparato che non basta superare gli ostacoli e i limiti. Bisogna essere il Numero Uno” .

È testimone chiave e principale accusatore nel processo  ecclesiastico contro Don Euro, al secolo Don Luca  Morini, già indagato anche dalla Procura di Massa  Carrara e protagonista dello scandalo – denunciato dallo  stesso Mangiacapra – sollevato dai servizi televisivi de  Le Iene che vede il sacerdote protagonista di spese  folli e orge a base di sesso gay e droga con il denaro  sottratto ai fedeli in oltre vent’anni di sacerdozio. Collana Parliamone, 224 pagine al prezzo di 14 euro.

Autore

Articoli correlati