Oscar 2017, Moonlight miglior film a sorpresa dopo EPIC FAIL finale – tutti i vincitori

Condividi

Schermata 2017-02-27 alle 06.05.37L’epic fail della STORIA degli Oscar.
La La Land di Damien Chazelle sembrava aver messo le mani sugli Oscar 2017, portandosi a casa 7 statuette su 14 candidature (dopo i 7 Golden Globe di gennaio).
Miglior film, regia, fotografia, canzone, colonna sonora, scenografie e attrice protagonista.
32 anni appena, Chazelle è diventato il regista più giovane di sempre a far suo l’Oscar per la regia, entrando di diritto nella leggenda.  Poi, improvviso, il colpo di scena. Warren Beatty e Faye Dunaway leggono la busta sbagliata (è quella precedente legata all’attrice, vinta da Emma Stone) neanche si trovassero a Miss Italia e annunciano l’Oscar errato, perché è Moonlight il miglior film del 2017. E non La La Land. Imbarazzo in mondovisione, palco sgomberato dai NON vincitori in lacrime che avevano già iniziato a ringraziare tutto e tutti e cambio con i VERI vincitori, neanche a dirlo increduli.
Dietro La La Land, che si è così fermato a quota 6 statuette (e non a 7), un tripudio di Oscar politici, con continue stoccate a Donald Trump inviate dal conduttore e dagli stessi divi. Moonlight è diventato il primo film LGBT della Storia a vincere l’Oscar più ambito.
Asghar Farhadi non ha potuto ritirare la sua seconda statuetta con Il Cliente, a causa del divieto di ingresso negli Usa imposto dal neo Presidente anche agli iraniani, con Mahershala Ali e Viola Davis trionfatori di colore tra gli attori non protagonisti per Moonlight e Barriere. Il primo si è aggiudicato anche la statuetta come migliore sceneggiatura non originale (con tanto di dedica LGBT), con il meraviglioso Manchester by the Sea miglior sceneggiatura originale, mentre Hacksaw Ridge di Mel Gibson si è portato a casa due statuette per il sonoro e il montaggio. Oscar ai costumi per Animali fantastici e dove trovarli, con Zootropolis miglior cartoon e due italiani, Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini, in festa con l’Oscar per il trucco di Suicide Squad. Sconfitto, invece, Fuocoammare di Rosi tra i documentari. Miglior attore e attrice il gigantesco Casey Affleck e la sublime Emma Stone, per un’edizione appesantita da un’infinità di spot, dai sacchetti di caramelle in volo sugli spettatori, dalle gag non sempre eccezionali di Jimmy Kimmel e dalla sfiancante lunghezza, nel finale di fatto azzerata da un errore che definire clamoroso è dire poco.

C5pZPopUwAAEG4P

 Vincitori

Miglior Film
Moonlight

Miglior regia
– Damien Chazelle (La La Land)

Miglior attore
Casey Affleck (Manchester by the Sea)

Miglior attrice protagonista
Emma Stone (La La Land)

Miglior attore non protagonista
– Mahershala Ali (Moonlight)

Miglior attrice non protagonista
– Viola Davis (Barriere)

Miglior sceneggiatura Originale
– Manchester by the Sea

Miglior sceneggiatura non originale
– Moonlight

Miglior Montaggio
– John Gilbert (La battaglia di Hacksaw Ridge)

Miglior Fotografia
– Linus Sandgren (La La Land)

Miglior Scenografia
– David Wasco e Sandy Reynolds-Wasco (La La Land)

Miglior film straniero
– Il cliente

Miglior film d’animazione
– Zootropolis

Miglior Documentario
– O.J.: Made in America

Migliori Costumi
– Colleen Atwood (Animali fantastici e dove trovarli)

Miglior Trucco
– Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson (Suicide Squad)

Miglior Sonoro
– Kevin O’Connell, Andy Wright, Robert Mackenzie e Peter Grace (La battaglia di Hacksaw Ridge)

Miglior Montaggio sonoro
– Sylvain Bellemare (Arrival)

Miglior Colonna Sonora
– Justin Hurwitz (La La Land)

Miglior canzone originale
– City of Stars (La La Land)

Migliori Effetti Speciali
– Robert Legato, Adam Valdez, Andrew R. Jones e Dan Lemmon (Il libro della giungla)

Miglior Corto d’Animazione
– Piper

Miglior corto live-action
– Sing

Miglior corto documentario
– The White Helmets

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Marco 28 Febbraio 2017 at 1:07

    Secondo me l’hanno dato apposta a Moonlight per la solita storia dei neri che c’è ogni anno

  • Marco 28 Febbraio 2017 at 1:05

    Ma come cazzo si fa a sbagliare in questo modo?? Mi chiedo se è rincoglionito Beatty a prendere la busta o gliel’hanno data sbagliata

    Mahershala Ali strepitoso!!!

  • Nicola 27 Febbraio 2017 at 18:52

    L’ho trovato un buon film, ben confezionato, la seconda parte migliore della prima, ma da qui a tutti sti premi… se fosse uscito all’epoca d’oro dei musical non se lo sarebbe filato nessuno

  • Peaches 27 Febbraio 2017 at 16:24

    Andiamo a vedere in Jackie come è immensa Natalie Portman, tostò

  • chiaaa 27 Febbraio 2017 at 14:52

    La cosa più imbarazzante degli Oscar 2017 è stata la performance di Justin Timberlake con canzone di merda all’inizio da villaggio valtur…

  • chiaaa 27 Febbraio 2017 at 14:51

    Secondo me Emma Stone è stata brava, il dialogo con Ryan Gosling, quando lui le organizza la cena a sorpresa è da Oscar. A parte quella scena epica sono d’accordo con te, il resto del film è tra l’insipido e il banale.

  • chiaaa 27 Febbraio 2017 at 14:48

    Imbarazzante sì, ma La La Land aveva già incassato 6 premi…il che di fatto lo ha reso comunque il film più premiato dell’anno..avranno di che festeggiare comunque…

    Sono contento per Moonlight anche se non l’ho visto e lo vedrò presto.

  • lorenzino 27 Febbraio 2017 at 13:20

    un finale imbarazzante per una cerimonia imbarazzante, una delle peggiori degli ultimi anni.
    tra le poche cose degne di nota e da ricordare, i premi a manchester by the sea, a hacksaw ridge, a viola davis e soprattutto la presenza di charlize theron, di una bellezza e di una eleganza stratosferiche, non sembrava nemmeno umana.
    per il resto, la solita festa del politicamente corretto, dell’autoreferenzialismo e della ruffianaggine…

  • Gelido 27 Febbraio 2017 at 13:00

    ho l’impressione che la vittoria di Moonlight (come Spotlight lo scorso anno) sia accaduta solo perchè l’oscar a Lalaland era troppo prevedibile. Secondo me tutta la messe di premi e premietti che precede l’oscar finisce per distorcere il risultato finale (anche se poi, vabbè, sappiamo che è questione di marketing!).
    Che poi mi chiedo sempre, ma se secondo te quel film ha la miglior regia, i migliori interpreti, una delle migliori sceneggiature, le musiche più belle, ma come fai a dire che però il miglior film è quell’altro???

  • Luca Balsamo 27 Febbraio 2017 at 10:48

    Io continuo a non capire il trionfo internazionale di La La Land: splendida colonna sonora, bella fotografia ma trama esilissima e che lascia perplessi e un po’ eccessivi gli oscar come miglior attrice e miglior regia…