x

Radiazione della dottoressa Silvana De Mari dall’albo dei medici, parte la raccolta firme

Condividi

DyZiWAJopYgRImZ-800x450-noPad

Continua a far rumore l’ultra-cattolica dottoressa Silvana De Mari, nelle ultime settimane diventata protagonista di un’agghiacciante campagna omofoba a mezzo stampa.
Censurata da Facebook la sua pagina, è ora trapelata on line una raccolta firme affinché l’ALBO DEI MEDICI la prenda a calci, visto quanto detto e ribadito tanto sui social quanto sui mezzi d’informazione tradizionali.
A chiederne a gran voce la radiazione anche Aurelio Mancuso, presidente Equality Italia.

‘E’ da tempo che l’esponente del mondo cattolico reazionario vicino al quotidiano La Croce, Silvana De Mari, scorrazza sui social e sui media, spargendo raccapriccianti teorie omofobe. Chiedo al presidente dell’0rdine nazionale dei Medici se sono compatibili con la professione della De Mari affermazioni del tipo “L’omosessualità è una condizione drammatica per la condizione anorettale”. Oppure: “E’ un gesto di violenza e di sottomissione, che viene sempre fatto nelle iniziazioni sataniche”. Per finire con “L’omosessualità non esiste. La sessualità è il modo della biologia per creare le generazioni successive attraverso l’incontro tra gameti femminili e maschili. Se io mi masturbo è autoerotismo non sesso. Dunque i gay sono persone asessuate e omoerotiche”. Il medico Silvana De Mari propone queste teorie in molte conferenze pubbliche, articoli di giornale, interviste, sbandierando la sua professione come conferma della scientificità del sue affermazioni. E’ necessario che l’Ordine dei Medici intervenga in modo chiaro e determinato, perché queste farneticazioni danneggiano la dignità di milioni di cittadini italiani, si prefigurano come una lesione dei codici deontologici, alimentano nell’opinione pubblica l’odio e la discriminazione nei confronti delle persone omosessuali’.

Cliccando qui, invece, potrete aggiungere la vostra firma alla petizione.

Autore

Articoli correlati