FIFA 17, parlamentare russa chiede il DIVIETO del videogioco a causa di una t-shirt arcobaleno contro l’omofobia

Condividi

pride-kit2

FIFA 2017, celebre videogioco, rischia seriamente il DIVIETO totale in Russia.
Una parlamentare russa ha infatti chiesto il bando di Fifa 2017 a causa di una campagna contro l’omofobia promossa da EA Sports tramite download gratuito, che permette di far indossare ai propri calciatori lacci arcobaleno e magliette rainbow.
Accecata dall’odio nei confronti della comunità LGBT e letteralmente ossessionata da tutto ciò che la riguarda, Irina Rodnina, parlamentare di Russia Unita, partito di Vladimir Putin, ha ufficialmente chiesto il divieto.
‘Ogni Paese ha le sue leggi che devono essere rispettate’.
La legge porcata in questione è la tristemente celebre legge contro la PROPAGANDA GAY, anni fa voluta da Putin in persona.
‘Secondo la nostra legge la Russia deve proteggere i bambini da informazioni dannose per la loro salute e il loro sviluppo, compresa la propaganda sui rapporti sessuali non tradizionali’.
Una roba comica, se non fosse purtroppo vera, anche perché proprio in Russia si giocheranno i mondiali di calcio del 2018.
E se queste sono le premesse

Autore

Articoli correlati

Comments

  • baldwin 5 Dicembre 2016 at 19:15

    Questi sono veramente malati.