Mariah’s World, solo dipendenti single e schiavizzati per il primo anno di servizio – le regole della Carey

Condividi

schermata-2016-11-25-alle-09-26-58

«Un assistente personale deve anticipare i bisogni della persona per cui lavora». «Un assistente personale deve aspettare alla porta e avere pronti scarpe e occhiali da sole». «È un lavoro molto impegnativo e io ho una regola: non ti sarà permesso di frequentare nessuno per il primo anno. Inoltre nel mio ufficio non è permesso piangere».

Regola numero uno per lavorare al servizio di Mariah Carey firmata Stella Bulochnikov, manager della popstar.
Parole in arrivo dalla prima puntata di Mariah’s World, in onda dal 4 dicembre ed oggi così anticipata dal THE SUN.
Chiunque voglia lavorare per Mariah, in conclusione, DEVE essere sua SCHIAVA almeno per il primo anno di vita.
DIVAH in tutto e per tutto.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Antares 1 Dicembre 2016 at 23:54

    Bah l’abbiamo perduta ormai, è fuori come un posteggiatore abusivo.

  • soloversacexme 29 Novembre 2016 at 14:38

    Amo le stronze come lei e Miranda Priestly

  • Lady Manufactured 29 Novembre 2016 at 12:49

    è triste che lei sia scesa a questo compromesso. Non ne ha bisogno.

  • Lady Manufactured 29 Novembre 2016 at 12:48

    Mi spiace ma Mariah mi è sempre più scaduta negli anni. 🙁

  • baldwin 28 Novembre 2016 at 20:58

    Come confermare l’idea pessima che ho di lei. Persona orribile. È sicura che il programma farà bene alla sua immagine?

  • Lou Reeda 28 Novembre 2016 at 19:11

    sta storia di divah e divah. io direi èiù che altro che è una gran stronza

  • chiaaa 28 Novembre 2016 at 18:59

    Sarà stato tutto “scritto apposta” per creare un reality – baracconata che farà il verso ai Kardashian…