Omofobia a Roma, la Cirinnà rilancia: subito la legge contro l’omofobia

Condividi

13698264_1259642434046637_1497919623448541570_o

Quanto è avvenuto a Roma, dove due genitori hanno pestato e mandato in ospedale la figlia e la sua compagna per il fatto di amarsi, è gravissimo. E’ evidente che, nonostante l’approvazione della legge sulle unioni civili abbia portato diritti e riconoscimento per le coppie same-sex, esiste ancora un retaggio e un pregiudizio ignoranti e pericolosamente violenti che vanno combattuti. Il fatto che l’aggressione può essere punita soltanto dietro denuncia della ragazza che, ovviamente, si trova ora nella terribile posizione di aver subito una violenza e di dover denunciare i suoi familiari più prossimi, indica quanto debole sia la normativa che punisce i reati di omofobia. Per questo è necessario che immediatamente il Senato affronti e licenzi il testo che giace in commissione Giustizia. Me ne farò personalmente promotrice presso la relatrice del provvedimento già dalla prossima settimana”.

E chi se non Monica Cirinnà, per far tornare a galla un provvedimento che giace nei cassetti parlamentari da anni, mentre fuori, nel Paese, la piaga dell’omofobia continua a mietere vittime.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • lorenzino 25 Settembre 2016 at 21:43

    e dire che con la legge mancino di fronte al naso basterebbe davvero poco per fare quel piccolo, fondamentale passo in avanti…

  • Virginia Raggi 25 Settembre 2016 at 14:17

    Monica mi piace come politica, peccato che il suo partito sia tra i più bugiardi e falsi della storia.
    Lei è tra le poche del PD a salvarsi.